Pubblicità

Injury to brain more than doubles risk of later dementia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 277 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

A brain injury more than doubles the risk of dementia, according to new research.
A large study of older war veterans suggests those who experienced traumatic brain injury (TBI) during their lives had more than two times the risk of developing dementia, according to scientists from the University of California-San Francisco. The researchers presented their findings today at the Alzheimer's Association's annual International Conference in Paris.

 

 

"We're now getting a much better understanding that head injury is an important risk factor for developing dementia down the road," says lead researcher Kristine Yaffe, director of the Memory Disorders Program at the San Francisco VA Medical Center.
Yaffe and colleagues looked at medical records of nearly 300,000 veterans, all 55 or older. None had dementia at the study's start. About 2% had had a TBI. All had at least one inpatient or outpatient visit between 1997 and 2000 and a follow-up sometime between 2001 and 2007.
A diagnosis of a concussion, post-concussion syndrome, a skull fracture or some non-specific head injuries are considered TBIs, she says.

 

Tratto da: "apa.org" - Prosegui nella lettura dell'articolo


 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

News Letters

0
condivisioni