Pubblicità

Intenzionalità, ecco le sue aree cerebrali

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 341 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I ricercatori sono stati in grado di distinguere due possibili schemi di attività corticale che corrispondono ai differenti progetti dei volontari dello studio. Per cogliere le intenzioni di chi ci sta di fronte occorre sensibilità e intuito, oppure, più scientificamente, una adatta apparecchiatura per l’imaging funzionale cerebrale. Lo hanno dimostrato i ricercatori del Max-Planck-Institut per le scienze cognitive e le neuroscienze di Lipsia, in Germania, che firmano un articolo sull’ultimo numero della rivista online “Current Biology”.

Precedenti ricerche avevano indicato che l’attività dell’area prefrontale del cervello aumenta quando i soggetti sono impegnati in elaborazioni neurali legate al perseguimento di un compito, ma non è mai stato chiarito del tutto quali pattern di attività siano specifici di una vera “intenzione” da parte del soggetto. L’attività osservata, in effetti, potrebbe essere collegata ad altre funzioni come la preparazione di una risposta motoria, l’accesso alla memoria relativa ad analoghe risposte del passato o al tenere a mente simili risposte fornite in altre occasioni.

Tratto da "Le Scienze.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Le parole della Psicologia

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

Nausea

E' una sensazione di malessere e fastidio allo stomaco che può precedere il vomito.  Di solito la nausea si presenta nel momento in cui mangiamo qualcos...

Noia

La noia è uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un...

News Letters

0
condivisioni