Pubblicità

L’attività fisica come protezione contro la malattia di Alzheimer

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1479 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

L’esercizio fisico regolare potrebbe mantenere la mente giovane

attivitùàfisicaUn gruppo di ricercatori della University of Kentucky College of Health Sciences, ha cercato di indagare e delineare la probabile correlazione positiva tra il fitness, funzione cardiaca e flusso ematico cerebrale in quelle regioni critiche del cervello in cui solitamente si sviluppano i grovigli neurofibrillari e le placche amiloidi della demenza di Alzheimer.

Sono stati selezionati 30 soggetti, sia uomini che donne, con età compresa tra i 59 e i 69 anni e sono stati sottoposti a valutazioni di idoneità attraverso attività fisiche mirate quale il tapis roulant e ultrasuoni del cuore.

Successivamente sono state effettuate delle scansioni cerebrali per verificare l’andamento del flusso di sangue in alcune zone del cervello.

I risultati hanno mostrato che il flusso di sangue in quelle aree critiche del cervello, e quindi l’apporto di ossigeno e nutrienti vitali, era più elevano in quei soggetti che erano fisicamente più in forma.

Ovviamente, sottolineano i ricercatori, l’attività fisica non può impedire lo sviluppo della malattia di Alzheimer, ma questo potrebbe essere un primo passo importante verso la dimostrazione che l’attività fisica migliora il flusso di sangue al cervello, conferendo una certa seppur minima protezione dalla demenza.


Pertanto, le persone che praticano attività fisica con regolarità riducono la rigidità arteriosa, mantenendo così l’integrità dei “tubi” che trasportano il sangue al cervello.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: demenza protezione Alzheimer's disease attività fisica funzione cardiaca flusso ematico cerebrale correlazione positiva. aree critiche rigidità arteriosa

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Sexting

Il termine "sexting" letteralmente deriva dalla fusione di due parole inglesi "sex" (sesso) e "texting" (inviare messaggi). Il "sesso virtuale", traduzione ita...

Disforia

Il termine viene utilizzato in psichiatria per indicare un'alterazione dell'umore in senso depressivo, caratterizzato da sentimenti spiacevoli, quali tristezza...

Ansia da separazione

La causa alla base di questa esperienza nel successivo sviluppo di un disturbo mentale non ha più significato senza l’interazione di altri fattori che contribui...

News Letters

0
condivisioni