Pubblicità

L' LSD, una droga utile?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 726 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (7 Voti)

I risultati di un recente studio hanno mostrato come l'LSD riesca ad alterare la risposta neurale alla musica in un certo numero di regioni cerebrali.

LSDUna nuova ricerca si è occupata di come la droga psichedelica LSD cambi la nostra percezione della musica.

Lo studio ha rivelato che l'LSD è in grado di alterare la risposta neurale alla musica nelle regioni del cervello associate all'elaborazione uditiva, alla memoria, all'emozione ed al pensiero auto-diretto.

"Sono sempre stato affascinato da emozioni, memoria e stati di coscienza alterati. A tal fine, ho completato il mio dottorato in neuroscienza cognitiva presso la UC Davis con Petr Janata, utilizzando modelli computazionali della cognizione musicale per studiare le basi neurali delle emozioni e dei ricordi evocati dalla musica ", ha detto l'autore dello studio Frederick Barrett della Johns Hopkins University School of Medicine .

Pubblicità


"Le droghe psichedeliche stanno diventando dei potenti ed utili strumenti disponibili per i ricercatori; per il nostro studio, considerando  l'intima connessione tra musica ed esperienze psichedeliche soggettive, una domanda naturale che ci siamo posti è stata: in che modo le sostanze psichedeliche alterano il modo in cui il cervello elabora la musica?. I Drs. Preller e Vollenweider, dell'Università di Zurigo, hanno condotto uno studio sugli effetti dell'LSD sulla creazione di significati durante l'ascolto musicale, e sono stati così gentili da collaborare con me e mi hanno permesso di applicare i modelli computazionali della cognizione musicale con cui avevo lavorato durante gli anni della scuola di specializzazione per analizzare i loro dati di imaging raccolti durante l'ascolto della musica dopo la somministrazione di LSD. "

Nel loro studio, Preller e Vollenweider hanno inizialmente monitorato 25 partecipanti, che non erano sotto l’effetto dell’LSD, durante l’ascolto di canzoni che avevano un significato personale per i soggetti. I partecipanti dovevano poi ascoltare canzoni significative e canzoni non significative dopo aver ricevuto l’LSD o un placebo. Durante una sessione dello studio, ai soggetti veniva, inoltre, somministrata una dose di LSD combinata con ketanserina, un farmaco che blocca la capacità dell'LSD di agire sui recettori della serotonina 2A (o 5-HT2).

I ricercatori scoprirono che le canzoni non significative acquisivano un senso di significatività sotto l'influenza dell'LSD. "I nostri risultati aumentano la nostra comprensione di come l'attribuzione della rilevanza personale è attivata nel cervello", ha spiegato Preller.

Nell'esperimento originale, i ricercatori avevano registrato l'attività cerebrale dei partecipanti usando l'fMRI (la risonanza magnetica funzionale). Utilizzando un metodo noto come analisi della tracciabilità della tonalità, Barrett ed i suoi colleghi hanno condotto un'analisi secondaria di questi dati.

I ricercatori scoprirono, quindi, che l'assunzione dell’LSD causava dei cambiamenti nella risposta neurale rispetto all’ascolto della musica in diverse regioni del cervello, tra cui il giro temporale superiore, il giro frontale inferiore, la corteccia prefrontale mediale e l'amigdala. I risultati di tale studio sono poi stati pubblicati sulla rivista scientifica Cerebral Cortex.

"La musica può evocare un'ampia gamma di emozioni, ricordi ed altri sentimenti e stati mentali. Spesso possiamo identificarci con la musica, e la musica può cambiare il modo in cui ci sentiamo e pensiamo a noi stessi ", ha commentato Barrett.

"Allo stesso modo, la musica coinvolge anche una vasta gamma di regioni del cervello coinvolte nella memoria, nelle emozioni, nell'attenzione e nel pensiero auto-diretto. L'LSD aumenta il grado in cui queste aree del cervello elaborano la musica e sembra utilizzare un meccanismo cerebrale condiviso da tutti i farmaci psichedelici (segnalazione o signaling,  del recettore della serotonina 2A). "

"Questi cambiamenti cerebrali durante l'ascolto della musica contemporaneamente all’assunzione di LSD potrebbero (ipoteticamente) essere il meccanismo attraverso il quale le droghe psichedeliche vengano considerate, in un certo modo, terapeutiche", ha detto Barrett."

Diversi studi hanno trovato prove che alcune droghe psichedeliche possono essere utili nel trattamento delle condizioni psichiatriche. Ma ci sono ancora molte incognite a riguardo.

"Mentre i ‘farmaci psichedelici’ possono essere tranquillamente somministrati in un ambiente controllato a soggetti adeguatamente sottoposti a screening, vi sono ancora farmaci molto potenti che potrebbero non essere sicuri per tutti e potrebbero non essere sicuri in molte circostanze. Il grado in cui questi elementi (musica, LSD e signaling del recettore della serotonina 2A) siano necessari per qualsiasi terapia di successo deve ancora essere determinato ", ha spiegato Barrett.

"Il grado in cui uno qualsiasi di questi elementi interagisce con esperienze stimolanti (o "brutti viaggi") deve ancora essere determinato. Inoltre, il grado in cui possiamo ottimizzare l'ascolto della musica durante le sedute di terapia psichedelica deve ancora essere determinato, sebbene queste siano tutte aree di ricerca attive".

"Le droghe psichedeliche sono potenti farmaci che promettono di aiutarci a guarire, capire il nostro cervello e la nostra mente e potenzialmente scoprire la base elusiva della coscienza stessa", ha aggiunto Barrett.

Lo studio, “Serotonin 2A Receptor Signaling Underlies LSD-induced Alteration of the Neural Response to Dynamic Changes in Music“, è stato scritto da Frederick S Barrett, Katrin H Preller, Marcus Herdener, Petr Janata e Franz X Vollenweider.

 

Tratto da Psy Post

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: musica LSD news di psicologia droghe psichedeliche

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. Le complicanze mediche più frequenti, tutt...

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni