Pubblicità

L' odore del linalolo è rilassante

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 92 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

"Nella medicina popolare, si è a lungo pensato che i composti profumati di estratti di piante potessero allieviare l'ansia" spiega il Dr. Hideki Kashiwadani, co-autore dello studio.

linalolo

Uno studio compiuto dai ricercatori della Kagoshima University ha mostrato che il linalolo, un componente della lavanda, menta e molti altri oli essenziali, deve essere annusato - non assorbito nei polmoni - per esercitare i suoi effetti rilassanti, i quali potrebbero essere utili per alleviare lo stress
pre-operatorio e disturbi di ansia.

"Il linalolo è stato scoperto avere anche effetti ansiolitici". Numerosi studi hanno confermato il potente effetto rilassante del linalolo.          Comunque, i siti di azione di questo composto non sono solitamente indirizzati per questi studi. Molti hanno assunto che l'assorbimento nel flusso sanguigno via aerea guidi effetti diretti nei recettori cellulari cerebrali quali i GABAARs. Ma stabilire l'effettivo meccanismo degli effetti rilassanti del linalolo sarebbe un passaggio chiave per poterlo utilizzare con uso clinico negli umani".

Il Dr. Kashiwadani ed i co-autori lo hanno testato sui topi per vedere se l'odore del linalolo - la stimolazione dei neuroni olfattivi nasali - implicava rilassamento. "Abbiamo osservato i comportamenti dei topi esposti al vapore del linalolo, per determinare i suoi effetti ansiolitici. Abbiamo scoperto che l'odore del linalolo aveva un effetto ansiolitico in topi normali e non ne danneggiava i movimenti. Non si sono riscontrati effetti ansiolitici nei topi con Anosmia (in cui i neuroni olfattivi sono stati distrutti), indicando che il rilassamento nei topi normali era dovuto ai segnali olfattivi evocati dall'odore del linalolo.

Pubblicità

Inoltre, l'effetto ansiolitico nei topi normali scompariva quando veniva pre-trattati con il flumazenil, il quale bloccava i recettori GABAA che rispondono alle benzodiazepine. "Quando abbiamo raccolto i risultati, questi ci hanno suggerito che il linalolo non agisce direttamente sui recettori GABAA come fanno le benzodiazepine, ma deve attivarli grazie ai neuroni olfattivi nasali per produrre i suoi effetti rilassanti" ha spiegato il Dr. Kashiwadani.

"Il nostro studio apre anche alla possibilità che il rilassamento visto nei topi trattati col linalolo potrebbe essere dovuto all' odore del composto nell'emissione del respiro. C'è bisogno di studi simili per stabilire gli obiettivi, la sicurezza e l'efficacia del linalolo in diversi campi, prima del trattamento sugli umani. I risultati sono pubblicati nel giornale Frontiers in Behavioral Neuroscience.

 

 

Tratto da Sci-News

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: rilassamento odori news di psicologia linalolo GABA

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Intelligenze Multiple

“Scrivendo questo libro, mi proposi di minare la nozione comune di intelligenza come capacità o potenziale generale che ogni essere umano possiederebbe in misur...

News Letters

0
condivisioni