Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

La coppia 'scoppia' sul web. In crescita i tradimenti online

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 269 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Web e chat insidiano le coppie italiane. «Tanto che ormai anche nella Penisola si registrano i primi casi di divorzio per colpa della Rete. Spesso conseguenze di tradimenti virtuali, ma non meno dolorosi, capaci di mettere in crisi il matrimonio e la fiducia nel partner». Parola di Tonino Cantelmi, psichiatra e psicoterapeuta direttore della Scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo-interpersonale e docente di Psichiatria presso l'università Gregoriana di Roma, che sta seguendo alcuni casi di nozze in fumo per colpa di passioni nate sul web. Cantelmi, che al 'Tradimento online' ha dedicato un libro scritto insieme a Valeria Carpino (FrancoAngeli), spiega che «ormai il web è la seconda miniera di incontri e relazioni affettive, subito dopo i luoghi di lavoro. Ma nasconde insidie per i frequentatori della Rete che sono già in coppia». Secondo lo psichiatra, che ha studiato il fenomeno della cyber-dipendenza e dei 'drogati del web', «un cybernauta fidanzato o sposato su tre rischia di incappare nel tradimento virtuale, e di veder andare in fumo la sua relazione». Insomma, da fonte di informazione globale capace di annullare le distanze, Internet si sta trasformando in una bomba a orologeria per le coppie. «Il problema è che in questi casi - racconta Cantelmi - si scopre di avere accanto a sè magari da anni uno sconosciuto, che nelle relazioni online riesce a liberare parti di sè di cui magari non è neanche consapevole. Un trauma per il traditore, ma anche per il partner».

Non a caso, prosegue Cantelmi, a chiedere il divorzio è spesso il partner tradito. «Non riesce più ad andare avanti, dopo aver scoperto un 'alieno' in casa». E nonostante quello online sia spesso un tradimento virtuale, non è meno doloroso. «Le persone che si conoscono in chat e si 'innamoranò - spiega l'esperto - dicono di aver vissuto un'emozionalità travolgente, più intensa di quella sperimentabile nel contatto reale. Forse anche perchè ci si costruisce nella mente un amore perfetto, difficile da trovare nella vita vera».

tratto da Il Resto del Carlino - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito confuso (1521708111477)

luisa, 48     Buongiorno, chiedo parere per mio marito 44 anni. Siamo sposati da 10 anni con bimbo di 9. Mi ha lasciata per una pausa di riflessi...

Che fare? (1520934157214)

Roberta, 26     Buongiorno, sto insieme al mio ragazzo da 5 anni e dopo alcuni alti e bassi, circa 6 mesi fa abbiamo deciso di provare a vivere i...

Amore non corrisposto (152165…

very, 19     Salve, le scrivo perchè non riesco a liberarmi di una persona... ...

Area Professionale

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

La misura del cambiamento in p…

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle r...

La Psicoterapia Psicodinamica…

La prestigiosa rivista “The American Journal of Psychiatry” ha pubblicato nuovi dati meta-analitici che confermano come l'efficacia della psicoterapia psicodina...

Le parole della Psicologia

Psicoterapia

La psicoterapia è una forma d’intervento terapeutico nei confronti di disturbi emotivi, comportamentali, ecc., condotto con tecniche psicologiche. La Psicote...

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e persistenti del cont...

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

News Letters

0
condivisioni