Pubblicità

La coppia 'scoppia' sul web. In crescita i tradimenti online

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 344 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Web e chat insidiano le coppie italiane. «Tanto che ormai anche nella Penisola si registrano i primi casi di divorzio per colpa della Rete. Spesso conseguenze di tradimenti virtuali, ma non meno dolorosi, capaci di mettere in crisi il matrimonio e la fiducia nel partner». Parola di Tonino Cantelmi, psichiatra e psicoterapeuta direttore della Scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo-interpersonale e docente di Psichiatria presso l'università Gregoriana di Roma, che sta seguendo alcuni casi di nozze in fumo per colpa di passioni nate sul web. Cantelmi, che al 'Tradimento online' ha dedicato un libro scritto insieme a Valeria Carpino (FrancoAngeli), spiega che «ormai il web è la seconda miniera di incontri e relazioni affettive, subito dopo i luoghi di lavoro. Ma nasconde insidie per i frequentatori della Rete che sono già in coppia». Secondo lo psichiatra, che ha studiato il fenomeno della cyber-dipendenza e dei 'drogati del web', «un cybernauta fidanzato o sposato su tre rischia di incappare nel tradimento virtuale, e di veder andare in fumo la sua relazione». Insomma, da fonte di informazione globale capace di annullare le distanze, Internet si sta trasformando in una bomba a orologeria per le coppie. «Il problema è che in questi casi - racconta Cantelmi - si scopre di avere accanto a sè magari da anni uno sconosciuto, che nelle relazioni online riesce a liberare parti di sè di cui magari non è neanche consapevole. Un trauma per il traditore, ma anche per il partner».

Non a caso, prosegue Cantelmi, a chiedere il divorzio è spesso il partner tradito. «Non riesce più ad andare avanti, dopo aver scoperto un 'alieno' in casa». E nonostante quello online sia spesso un tradimento virtuale, non è meno doloroso. «Le persone che si conoscono in chat e si 'innamoranò - spiega l'esperto - dicono di aver vissuto un'emozionalità travolgente, più intensa di quella sperimentabile nel contatto reale. Forse anche perchè ci si costruisce nella mente un amore perfetto, difficile da trovare nella vita vera».

tratto da Il Resto del Carlino - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

News Letters

0
condivisioni