Pubblicità

La cultura detta come riconoscere i volti

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 453 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il riconoscimento dei volti avviene senza sforzo nelle persone di tutte le culture, ma i dettagli del meccanismo dipendono dall'ambiente culturale in cui si cresce Dato che il riconoscimento dei volti avviene senza sforzo nelle persone di tutte le differenti culture, è stato considerato un meccanismo di base universale comune a tutto il genere umano.

Tuttavia, utilizzando tecniche di analisi che fanno riferimento alle nuove tecniche di visualizzazione dell'attività cerebrale, ricercatori dell' Università di Glasgow hanno scoperto che le differenze culturali si ripercuotono sul modo in cui i visi vengono osservati e analizzati. In una serie di studi sui movimenti degli occhi, abbiamo mostrato che l'esperienza sociale ha un impatto sul modo in cui le persone guardano le facce. In particolare, abbiamo rilevato una notevole differenza nei movimenti oculari fra gli osservatori di cultura occidentale e quelli dell'Estremo oriente

Tratto da "lescienze.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Cyberbullismo

Il termine cyberbullismo, o bullismo on-line, indica una nuova forma di bullismo e di molestia che avviene tramite l’uso delle nuove tecnologie: e-mail, blog, c...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

News Letters

0
condivisioni