Pubblicità

La depressione inizia a 40 anni, lo dicono anche gli scienziati

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 615 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La depressione inizia negli 'anta' e, precisamente, dopo i 44 anni. E se tutti abbiamo sentito parlare almeno una volta nella vita della famigerata 'crisi della mezza età', ora arriva la ricerca scientifica a sancire che, a partire dai 40 anni, ci si sente davvero più depressi.

A rivelarlo uno studio effettuato dalla britannica Warwick University e dal Dartmouth College negli Stati Uniti, i cui ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 2 milioni di persone di 70 nazioni, riscontrando straordinarie analogie in termini di depressione e livelli di 'felicità'. Secondo la ricerca felicità e depressione seguono una sorta di curva a 'U' durante il corso della vita umana, con dei picchi di benessere all'inizio e alla fine della vita e un 'baratro' nel mezzo, con il picco della depressione proprio a 44 anni, che può anche durare a lungo. Soprendentemente, dall'Australia all'Italia, dal Nicaragua all'Azerbaijan, la curva ad 'U' è sempre la stessa.

 

Tratto da "Tendenzeonline.info" - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Cervelletto

Il cervelletto è una delle strutture più grandi del sistema nervoso, circa 1/3 dell'intero volume intracranico ed è presente in tutti i vertebrati. Anatomica...

Frustrazione

La frustrazione può essere definita come lo stato in cui si trova un organismo quando la soddisfazione di un suo bisogno viene impedita o ostacolata. Rappresen...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

News Letters

0
condivisioni