Pubblicità

La depressione inizia a 40 anni, lo dicono anche gli scienziati

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 563 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La depressione inizia negli 'anta' e, precisamente, dopo i 44 anni. E se tutti abbiamo sentito parlare almeno una volta nella vita della famigerata 'crisi della mezza età', ora arriva la ricerca scientifica a sancire che, a partire dai 40 anni, ci si sente davvero più depressi.

A rivelarlo uno studio effettuato dalla britannica Warwick University e dal Dartmouth College negli Stati Uniti, i cui ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 2 milioni di persone di 70 nazioni, riscontrando straordinarie analogie in termini di depressione e livelli di 'felicità'. Secondo la ricerca felicità e depressione seguono una sorta di curva a 'U' durante il corso della vita umana, con dei picchi di benessere all'inizio e alla fine della vita e un 'baratro' nel mezzo, con il picco della depressione proprio a 44 anni, che può anche durare a lungo. Soprendentemente, dall'Australia all'Italia, dal Nicaragua all'Azerbaijan, la curva ad 'U' è sempre la stessa.

 

Tratto da "Tendenzeonline.info" - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

News Letters

0
condivisioni