Pubblicità

La depressione post-parto si previene con l’olio di pesce

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 318 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Integrazioni di Dhea durante la gravidanza riducono il rischio di sviluppare la depressione dopo il parto, oltre a favorire la salute del bambino.
Almeno una donna su quattro l’ha provata e sa cosa significhi. E, se fosse stato possibile, avrebbe dato tutto l’oro del mondo per evitare di caderne vittima. Stiamo parlando della depressione post-parto che, a tutti i problemi che porta con sé come malattia aggiunge quelli che derivano dal manifestarsi in un periodo della vita di una donna che dovrebbe essere di gioia.

 

Ma non solo, è anche un periodo in cui il bambino ha più bisogno della sua mamma: una mamma disponibile e amorevole. Ed è chiaro che se malata, per quanto faccia del suo meglio, non può essere come invece vorrebbe.
La prevenzione in questi casi diventa davvero una soluzione auspicabile, che allontana lo spettro della possibile malattia e che fa vivere meglio la gravidanza stessa, in ogni caso.
Una speranza a tal riguardo arriva dai ricercatori dell’University of Connecticut School of Nursing (Usa) i quali, in un nuovo studio, hanno valutato gli effetti dell’olio di pesce nel ridurre il rischio di depressione.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

News Letters

0
condivisioni