Pubblicità

La fenomenologia del desktop quell'icona può rivelare chi sei

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 280 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

A volte basta una foto. Magari il modo con cui la si è sistemata. Senza considerare l'interazione dell'immagine con il resto delle informazioni impostate sullo schermo. Ci vuol poco a capire che tipi siamo. E' questo il tema della ricerca sulla psicologia da desktop condotta da Windows Vista e realizzata dalla studiosa comportamentista Donna Dawson. Basta guardare lo sfondo dei computer dei colleghi per capire molto più di quello che si potrebbe immaginare. Icone affilate in ordine o sparse a caso, posizionate tutte su un lato o in maniera armonica con le immagini.

Ma non solo. Anche la foto utilizzata per la scrivania dice molto della persona che l'ha scelta. E racconta soprattutto qualcosa della sua personalità, delle sue ambizioni e delle sue abitudini.Preferisce lo schermo tutto blu alle foto degli amici? È una persona discreta e poco socievole. Ama sfoggiare anche sul desktop i suoi trofei, dalla partita a calcetto ai viaggi più avventurosi? È ambizioso e ha bisogno di conferme. "I nostri desktop sono i nostri spazi personali e proprio per questo forniscono una descrizione abbastanza accurata di un individuo - spiega l'autrice dello studio Donna Dawson - In generale credo che ogni cosa aggiunga un dettaglio su quello che siamo veramente.

Tratto da "laRepubblica.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni