Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

La guerra e i bambini

on . Postato in News di psicologia

Negli Stati Uniti, molti genitori sono preoccupati per le ripercussioni del clima di tensione che grava sulla popolazione e sui propri bambini dopo gli attentati terroristici e le attuali minacce dovute all'antrace. Il dr.Bernard Arons, psicologo e responsabile del D.H.H.S. Center for Mental Health Service di Washington, si rivolge ai genitori:"Se i bambini hanno incubi o mostrano un comportamento timoroso ed eccessivamente dipendente rispetto al solito e se questi atteggiamenti persistono per settimane, sarebbe opportuno rivolgersi ad un aiuto professionale per rilevare se ci sono problemi direttamente o indirettamente collegati ai fenomeni di violenza cui stiamo assistendo in questi ultimi tempi, di cui i bambini possono aver assorbito la gravità ed il clima di tensione.. I genitori che affermano che i propri figli non si rendano conto di quanto sta accadendo si stanno illudendo e negano la realtà, poiché non conoscono evidentemente le capacità dei bambini in questo senso..".

La sintomatologia che colpisce i bambini in questi casi è piuttosto varia e comprende reazioni di tipo depressivo così come comportamenti ansiosi, nervosismo, problemi di addormentamento e possibili incubi, problemi con il cibo, ed altri sintomi che sono prevalentemente centrati sulla sfera corporea che si fa portatrice della tensione che il bambino ha percepito all'esterno ed accumulato.

Il dr.Robin Goodman, direttore di un programma educativo presso la N.Y.University's Child Study Center, ribadisce che i genitori possono aiutare i propri figli in tali situazioni facendo in modo che essi esprimano le loro emozioni riguardo quanto sentono dall'esterno, dalla tv, dagli altri bambini, rispondendo loro in maniera tranquillizzante ed informandoli per quanto possibile ed in modo per essi comprensibile su quello che accade..Inoltre, l'esposizione ripetuta alle immagini più crude e violente fornite dalla tv è chiaramente da evitare, poiché la loro ripetizione aumenta il potere traumatico veicolato dalle immagini, che può divenire eccessivo per le capacità di elaborazione cognitiva ed affettiva del bambino.

(tratto da: "Terrorism, War Affect Children " - Associated Press - Nov.2001)

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

avvocato (1505948867148)

valbuena, 29       Sono un giovane avvocato della provincia di Napoli. Sono fidanzato da 8 anni con una ragazza di 25 anni. ...

Sfogo... (1504940202677)

andrea, 30       Individuo probabilmente schizofrenico... all'età di tre anni la madre, esasperata dal rapporto con il padre cerca di soff...

blocchi mentali (1505330248387…

PASHINO, 42       Sono in terapia da quattro anni, ho avuto una vita molto difficile e di solitudine con genitori ciechi e una sorella anch...

Area Professionale

Psicologo a scuola senza conse…

In merito ai fatti avvenuti ad Arezzo, coinvolgente la figura professionale dello psicologo e la cui presenza in aula a scopi valutativi senza consenso da parte...

Il Jobs Act Autonomi 2017: nov…

Il Jobs Act autonomi 2017, contenuto all'interno della precedente Legge di Stabilità del 2016, è in vigore dal 14 giugno 2017. Il disegno di legge prevede 21 ar...

Linee guida per le prestazioni…

LINEE GUIDA PER LE PRESTAZIONI PSICOLOGICHE VIA INTERNET E A DISTANZA Realizzate dalla Commissione ATTI TIPICI del CNOP le nuove linee guida per le prestazio...

Le parole della Psicologia

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters