Pubblicità

La malattia nasconde un messaggio: interpretarlo per guarire

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 384 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Chi vede nella malattia non solo un problema fisico legato a chissà quali fattori biologici, di rischio o ereditari, ritiene altresì che il sintomo non è la malattia; pertanto, un approccio che miri a zittire il sintomo non è sinonimo di guarigione vera e propria. Citando un esempio classico: eliminare solo il sintomo equivale a spegnere l’allarme senza spegnere l’incendio.
Ne “La medicina del Futuro – La realtà nascosta della Malattia”, il dottor Giorgio Mambretti affronta il tema malattia e guarigione da un diverso punto di vista.

 

 

Una visione che vede nella malattia un manifestarsi di piccole e grandi sofferenze inespresse. Dietro alla malattia, quindi, vi potrebbe essere un “meccanismo” coerente che prende forma materiale e allarga la sua influenza non solo a livello della salute, sia fisica che psichica, ma anche a tutti i livelli della vita. Questa sorta di meccanismo si può coerentemente applicare a tutti i gli accadimenti umani.
Come già postulato dalla medicina psicosomatica, il sintomo potrebbe essere un messaggio che il nostro organismo, nella più ampia accezione del termine, c’invia per farci concentrare l’attenzione su un qualcosa che non va.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Area Professionale

Articolo 22 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art. 22 (ruolo professionale dello psicologo) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che, sett...

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

News Letters

0
condivisioni