Pubblicità

La musica innesca 13 emozioni chiave

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 716 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (3 Voti)

Una ricerca internazionale in USA e in Cina ha esaminato i sentimenti evocati da 2.168 brani musicali e gli scienziati hanno scoperto 13 tipi distinti di esperienza soggettiva associata con la musica in entrambe le culture.

 

la musica innesca 13 emozioni chiave

 

In uno studio pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences, un team internazionale di ricercatori ha esaminato i sentimenti evocati da 2.168 brani musicali negli Stati Uniti e in Cina. Utilizzando strumenti statistici su larga scala, gli scienziati hanno scoperto 13 tipi distinti di esperienza soggettiva associata con la musica in entrambe le culture: divertimento, gioia, erotismo, bellezza, relax, tristezza, stato sognante, il trionfo, l'ansia, spavento, fastidio, sfida, e la sensazione di sentirsi "up".

Al centro del significato della musica sono le esperienze soggettive che evoca.

Gli artisti di tutte le culture possono trasmettere sentimenti intensi con canzoni e strumenti di diverso tipo e spesso lo fanno affidandosi a caratteristiche acustiche e percezioni associate - come intonazione, volume, ritmo - caratteristiche dell'espressione vocale umana dell'emozione e della parola.

Ciò che non è ben compreso è come la musica evochi sentimenti negli ascoltatori.

"La musica è un linguaggio universale, ma non prestiamo sempre sufficiente attenzione a ciò che sta dicendo e al modo in cui viene compresa", ha dichiarato Alan Cowen, uno studente di dottorato presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università della California, Berkeley.

"Volevamo fare un primo passo importante verso la risoluzione del mistero di come la musica può suscitare tante emozioni sfumate".

"Abbiamo rigorosamente documentato la più vasta gamma di emozioni che si sentono universalmente attraverso il linguaggio della musica", ha affermato la Professoressa Dacher Keltner dell'Università di California, Berkeley.

Lo studio ha coinvolto oltre 2.500 persone negli Stati Uniti e in Cina reclutate tramite Amazon Mechanical Turk e un pool di partecipanti di vari istituti.

Innanzitutto, 111 partecipanti negli Stati Uniti hanno scansionato migliaia di video su YouTube per la musica che suscitava una varietà di emozioni. Da questi, i ricercatori hanno costruito una biblioteca diversificata di 1.841 campioni musicali.

Pubblicità

Successivamente, 1.011 partecipanti provenienti dagli Stati Uniti e 895 dalla Cina hanno valutato ciascuno 40 campioni musicali basati su 28 diverse categorie di emozioni, nonché su una scala di positività e negatività e per livelli di eccitazione.

Usando analisi statistiche, gli scienziati sono arrivati ​​a 13 categorie generali di esperienza che sono state preservate attraverso le culture e trovate corrispondenti a sentimenti specifici.

Per garantire l'accuratezza di questi risultati, il team ha reclutato 580 nuovi partecipanti dagli Stati Uniti e 363 dalla Cina.

I volontari hanno valutato 138 ulteriori campioni di musica occidentale e 189 di musica tradizionale cinese che avevano lo scopo specifico di evocare variazioni di valenza e eccitazione. Le loro risposte hanno convalidato le 13 categorie.

Le "Quattro stagioni" di Vivaldi hanno fatto sentire le persone eccitate. "Rock the Casbah" di The Clash li ha pompati. "Let Let's Stay Together" di Al Green ha evocato la sensualità e "Somewhere over the Rainbow" di Israel Kamakawiwoole ha suscitato la gioia.

Nel frattempo, l'heavy metal è stato ampiamente considerato provocatorio e, proprio come voleva il suo compositore, la colonna sonora della scena del film "Psycho" ha scatenato la paura.

Mentre sia i partecipanti allo studio degli Stati Uniti che quelli cinesi hanno identificato emozioni simili, differivano dal fatto che quelle emozioni le facessero sentire bene o male.

"Le persone di culture diverse possono concordare sul fatto che una canzone sia rabbiosa ma possono differire dal fatto che quella sensazione sia positiva o negativa", ha detto Cowen.

"I valori positivi e negativi, noti nel linguaggio psicologico come" valenza ", sono più specifici della cultura".

Gli autori dello studio hanno anche tradotto i dati in una mappa audio interattiva, in cui i visitatori possono spostare i loro cursori per ascoltare una qualsiasi delle migliaia di frammenti di musica per scoprire, tra le altre cose, se le loro reazioni emotive corrispondono al modo in cui persone di culture diverse rispondono alla musica .

 

 

Alan S. Cowen et al. What music makes us feel: At least 13 dimensions organize subjective experiences associated with music across different cultures. PNAS, published online January 6, 2020; doi: 10.1073/pnas.1910704117

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: emozioni musica culture espernza soggettiva

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la ge...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Ippocampo

Struttura sottocorticale sistuata all'interno di ciascun emisfero cerebrale, in corrispondenza della superficie mediale, dalla forma simile ad un cavalluccio ma...

News Letters

0
condivisioni