Pubblicità

La musica può alleviare il dolore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 357 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Canta che ti passa, si usava dire un tempo. Oggi, grazie alla ricerca, si potrebbe dire “ascolta” che ti passa. Ascoltare musica pare infatti possa contribuire ad alleviare il dolore, specialmente nelle persone ansiose.
Lo suggerisce un nuovo studio a opera dei ricercatori dell’Università dello Utah – Pain Research Center (Usa), in cui è stato analizzato il potenziale beneficio derivante dall’ascolto di musica nel deviare l’attenzione cognitiva dal dolore che affligge una persona.

 

 

 

Un vantaggio che si può tradurre in un minore utilizzo di farmaci antidolorifici, che portano con sé tutta una serie di effetti collaterali.
Per questo studio, gli scienziati hanno coinvolto 143 volontari che sono poi stati sottoposti a una serie di test per valutare gli effetti dell’ascolto si alcuni brani musicali, di cui dovevano seguirne le melodie e individuare le deviazioni nei toni.
Durante l’ascolto della musica, ai partecipanti sono stati provocati dei dolori per mezzo di elettrodi collegati alla punta delle dita. Tutta l’attività era poi monitorata.

 

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

News Letters

0
condivisioni