Pubblicità

La musicoterapia nel contesto oncologico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2358 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

newsmusica e oncologiaUna revisione pubblicata dalla Cochrane Library ha rilevato l'esistenza di prove significative che gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

Guidati dal professor Joke Bradt della Drexel University's College of Nursing and Healt Professions, un team di ricercatori ha esaminato gli studi che hanno indagato l'impatto della terapia musicale (un'esperienza musicale personalizzata offerta da terapeuti musicali addestrati) e della medicina musicale (ascolto di musica pre-registrata fornita da un medico o un infermiere) sugli esiti psicologici e fisici in persone con il cancro.

Dall'analisi dei risultati è emerso che gli interventi di musicoterapia in particolare contribuiscono a migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Sono stati analizzati un totale di 52 studi clinici, con un campione complessivo di 3.731 pazienti con cancro. Gli studi sono stati classificati in base alla metodologia utilizzata: 23 hanno utilizzato la musicoterapia, e i restanti 29 hanno utilizzato ma medicina musicale.

Nel complesso si è riscontrato che vi è un effetto moderato-forte nel ridurre l'ansia dei pazienti; rispetto alla riduzione del dolore è stato trovato che tali metodologie hanno un grande effetto benefico durante il trattamento, mentre per la stanchezza, è stato rilevato un piccolo-moderato effetto del trattamento.

Piccole riduzioni cardiache e respiratorie, nonché un abbassamento della pressione sanguigna, sono stati collegati ad interventi di medicina musicale.

I risultati dei diversi studi suggeriscono che l'ascolto della musica può ridurre la necessità di anestetici e analgesici, così come un minore tempo di recupero e durata del ricovero in ospedale.

In generale il team ha evidenziato un moderato aumento della qualità della vita in quei pazienti in cui è stata applicata la musicoterapia.

Entrambi gli interventi di medicina musicale e musicoterapia svolgono un ruolo importante nella cura del cancro, ma ancora non si conoscono gli interventi che possono essere più adatti per il tipo di risultato.

Alla luce dei benefici per la qualità della vita dei pazienti con cancro, e in particolare sui livelli di ansia, dolore e fatica, i ricercatori sperano che gli interventi musicali e la musicoterapia diventeranno sempre più diffusi.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: ansia dolore cancro qualità della vita fatica musicoterapia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

News Letters

0
condivisioni