Pubblicità

La musicoterapia nel contesto oncologico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1872 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

newsmusica e oncologiaUna revisione pubblicata dalla Cochrane Library ha rilevato l'esistenza di prove significative che gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

Guidati dal professor Joke Bradt della Drexel University's College of Nursing and Healt Professions, un team di ricercatori ha esaminato gli studi che hanno indagato l'impatto della terapia musicale (un'esperienza musicale personalizzata offerta da terapeuti musicali addestrati) e della medicina musicale (ascolto di musica pre-registrata fornita da un medico o un infermiere) sugli esiti psicologici e fisici in persone con il cancro.

Dall'analisi dei risultati è emerso che gli interventi di musicoterapia in particolare contribuiscono a migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Sono stati analizzati un totale di 52 studi clinici, con un campione complessivo di 3.731 pazienti con cancro. Gli studi sono stati classificati in base alla metodologia utilizzata: 23 hanno utilizzato la musicoterapia, e i restanti 29 hanno utilizzato ma medicina musicale.

Nel complesso si è riscontrato che vi è un effetto moderato-forte nel ridurre l'ansia dei pazienti; rispetto alla riduzione del dolore è stato trovato che tali metodologie hanno un grande effetto benefico durante il trattamento, mentre per la stanchezza, è stato rilevato un piccolo-moderato effetto del trattamento.

Piccole riduzioni cardiache e respiratorie, nonché un abbassamento della pressione sanguigna, sono stati collegati ad interventi di medicina musicale.

I risultati dei diversi studi suggeriscono che l'ascolto della musica può ridurre la necessità di anestetici e analgesici, così come un minore tempo di recupero e durata del ricovero in ospedale.

In generale il team ha evidenziato un moderato aumento della qualità della vita in quei pazienti in cui è stata applicata la musicoterapia.

Entrambi gli interventi di medicina musicale e musicoterapia svolgono un ruolo importante nella cura del cancro, ma ancora non si conoscono gli interventi che possono essere più adatti per il tipo di risultato.

Alla luce dei benefici per la qualità della vita dei pazienti con cancro, e in particolare sui livelli di ansia, dolore e fatica, i ricercatori sperano che gli interventi musicali e la musicoterapia diventeranno sempre più diffusi.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: ansia dolore cancro qualità della vita fatica musicoterapia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Disfunzioni Sessuali

La classificazione proposta dall’ICD-10 (International Classification of Diseases, Decima Versione) indica, innanzitutto, quattro criteri generali per poter d...

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

News Letters

0
condivisioni