Pubblicità

La musicoterapia nel contesto oncologico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2176 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

newsmusica e oncologiaUna revisione pubblicata dalla Cochrane Library ha rilevato l'esistenza di prove significative che gli interventi musicali contribuiscono ad alleviare i sintomi di ansia, dolore e fatica nei pazienti affetti da cancro, ma anche di migliorare la loro qualità di vita.

Guidati dal professor Joke Bradt della Drexel University's College of Nursing and Healt Professions, un team di ricercatori ha esaminato gli studi che hanno indagato l'impatto della terapia musicale (un'esperienza musicale personalizzata offerta da terapeuti musicali addestrati) e della medicina musicale (ascolto di musica pre-registrata fornita da un medico o un infermiere) sugli esiti psicologici e fisici in persone con il cancro.

Dall'analisi dei risultati è emerso che gli interventi di musicoterapia in particolare contribuiscono a migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Sono stati analizzati un totale di 52 studi clinici, con un campione complessivo di 3.731 pazienti con cancro. Gli studi sono stati classificati in base alla metodologia utilizzata: 23 hanno utilizzato la musicoterapia, e i restanti 29 hanno utilizzato ma medicina musicale.

Nel complesso si è riscontrato che vi è un effetto moderato-forte nel ridurre l'ansia dei pazienti; rispetto alla riduzione del dolore è stato trovato che tali metodologie hanno un grande effetto benefico durante il trattamento, mentre per la stanchezza, è stato rilevato un piccolo-moderato effetto del trattamento.

Piccole riduzioni cardiache e respiratorie, nonché un abbassamento della pressione sanguigna, sono stati collegati ad interventi di medicina musicale.

I risultati dei diversi studi suggeriscono che l'ascolto della musica può ridurre la necessità di anestetici e analgesici, così come un minore tempo di recupero e durata del ricovero in ospedale.

In generale il team ha evidenziato un moderato aumento della qualità della vita in quei pazienti in cui è stata applicata la musicoterapia.

Entrambi gli interventi di medicina musicale e musicoterapia svolgono un ruolo importante nella cura del cancro, ma ancora non si conoscono gli interventi che possono essere più adatti per il tipo di risultato.

Alla luce dei benefici per la qualità della vita dei pazienti con cancro, e in particolare sui livelli di ansia, dolore e fatica, i ricercatori sperano che gli interventi musicali e la musicoterapia diventeranno sempre più diffusi.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: ansia dolore cancro qualità della vita fatica musicoterapia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficolta' a dimenticare [159…

Alidra82, 38 anni Gentili dottoriIl mio problema puo' sembrare molto banale, ma e' un problema che limita molto la mia vita e da cui non riesco a liberarmi...

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

News Letters

0
condivisioni