Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

La mutazione di un gene blocca l’Alzheimer

on . Postato in News di psicologia | Letto 312 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Una rara mutazione di un gene contrasta l’insorgere del morbo di Alzheimer, impedendo l’accumulo di beta-amiloidenel cervello. Questa proteina deriva dall’APP (proteina pecursore della beta amiloide), e la sua produzione è correlata a un gene posto sul cromosoma 21. Essa si raccoglie all’interno delle placche amiloidi, formazioni extracellulari presenti in varie regioni dell’encefalo, caratteristiche della malattia di Alzheimer.La scoperta del gene mutato nasce dallo studio dell’intero DNA di 1.795 islandesi. Dall’esame è emerso che circa una persona su cento presentava una mutazione nel gene che codifica per la proteina APP, che viene scissa per formare beta-amiloide.
In seguito, i ricercatori hanno studiato persone a cui era stato diagnosticato l’Alzheimer, e un gruppo di persone dagli ottantacinque anni in su. Quelli con la mutazione sembravano essere protetti dal morbo di Alzheimer.

Guidati dal dott. Kari Stafansson, direttore generale del Decode Genetics, gli studiosi hanno poi analizzato i genomi dei nordamericani e hanno ritrovato la stessa mutazione in una sola persona su diecimila. Questo – ha fatto notare Stefansson – significa che la mutazione è relativamente recente e si è sviluppata in Scandinavia. Questo gene ‘protettivo’ sembra contrastare anche fattori di rischio molto forti nell’insorgere della malattia di Alzheimer, come la presenza di due copie di un gene noto come ApoE4. Normalmente, nel 90% dei casi, le persone manifestano il morbo di Alzheimer dopo gli 80 anni. Ma nel gruppo studiato, venticinque persone con il gene ‘protettivo’ e con due copie del gene ApoE4 non mostravano la malattia.

Tratto da: "scienze-naturali.it" Prosegui nella lettura dell'articolo

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Dubbi esistenziali (1516216943…

Cristian,15     Ho 15 anni e sono il ragazzo più insicuro che abbia mai incontrato: tutti mi sembrano così sicuri di se, senza nessun dubbio sull...

depressione (1517481411312)

ivan, 21     Salve, scrivo dopo aver letto vari articoli sulla pagina ed aver riscontrato molte cose in comune con la depressione, ...

Ansia, depressione, paura (151…

klava, 20     Salve, mi chiamo Claudia, sono una studentessa universitaria. Ultimamente sto rivivendo un circolo vizioso dato (credo) dall'ansia ...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters