Pubblicità

La pericolosità del fumo minorile

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 394 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
I giovani, dal feto agli adolescenti sono particolarmente esposti ai danni del fumo: dalle sigarette fumate dalla mamma in gravidanza a quelle fumate poi in casa dai genitori fino ad arrivare a quelle fumate dagli amici e nella peggiore delle ipotesi, a quelle fumate dai ragazzi stessi. Fumo passivo e fumo attivo attentano quindi alla salute fin dalle primissime età della vita. La dipendenza dalla nicotina compare più rapidamente nei bambini, basta fumare solo due sigarette a settimana.

A questa conclusione sono giunti i ricercatori dell'Università del Massachussetts e il risultato dello studio è pubblicato sulla rivista Tabacco Control.

Alla ricerca ha partecipato un campione di 679 ragazzi tra i 12 e i 13 anni, 332 dei quali aveva fumato almeno una volta e nel 40% erano presenti i sintomi di dipendenza, come irritabilità e ansia legata all'impossibilità di fumare e difficoltà a smettere.

La dipendenza si manifestava più velocemente tra le ragazze, 21 giorni contro i 183 dei maschi.

Da questo studio è emerso un altro dato allarmante, la dipendenza compare nel 50% dei giovani fumando anche solo due sigarette a settimana e nel 66% anche se non si fuma quotidianamente.

Al termine dello studio 75 dei 332 ragazzi che già fumavano ha mantenuto l'abitudine alla sigaretta.

La conclusione secondo i ricercatori è stata che "i ragazzi diventano dipendenti dalla nicotina ad una velocità sorprendente e con quantità di tabacco molto bassa, tra l'altro il loro cervello è più vulnerabile alla dipendenza, rispetto agli adulti, tanto da fare ipotizzare, in molti casi, che la dipendenza inizi già con la prima sigaretta". (s.a. Redazione Ministerosalute.it-agosto/2002)

Contro il fenomeno del fumo minorile al via dalla scuola media di Castelnuovo Magra (La Spezia) la II° tappa della Campagna del Moige, Movimento Italiano Genitori, ''Lascia il fumo al capolinea''. La mostra bus riprende il viaggio e coinvolge oltre 900 ragazzi delle scuole elementari e medie della provincia.

tratto da Yahoo.it - prosegui la lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

News Letters

0
condivisioni