Pubblicità

La personalità artistica

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 417 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dopo Freud, gli psicoanalisti si sono interessati ai meccanismi della creatività e molti di loro hanno avanzato l’ipotesi di un fattore trainante, presente in ogni opera d’arte, e cioè: il desiderio della madre. Bisogna, infatti, tener conto dell’importanza che riveste la figura materna nell’organizzazione della personalità, associata, però, anche ad un altro fattore ugualmente importante: la depressione.
Nei creatori, non a caso, si è riscontrato, spesso il persistere della compiacenza infantile e la ricerca della madre anche nell’età adulta. Secondo A. Di Benedetto, l’esperienza estetica sembra contenere, sia l’elemento maniacale che quello depressivo facendo appello a due esperienze introiettate: il sentimento di “fusione” con il seno materno; il riconoscimento di un oggetto “separato ”.
Si tratta di due aspetti contraddittori dell’esperienza psichica: l’uno, appunto, “maniacale”, nel quale è contenuta la fusione con qualcosa di grande e l’altro di depressione, in cui è implicito il dolore della separazione. L’esperienza estetica, dunque, li contiene entrambi, riuscendo a coniugare una sorta di gioiosa estasi mistica, di immedesimazione con l’oggetto, con un acuto senso di alterità e di individualità .
Winnicott ritiene che, la creazione prende origine da un elemento femminile, trasmesso molto presto al fanciullo, attraverso uno “sguardo metaforizzante”, che consentirebbe delle proiezioni immaginifiche .

Tratto da: "mentesociale.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

News Letters

0
condivisioni