Pubblicità

La psicosi dell'antrace

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 659 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
PSICONLINE NEW n. 83 - 28.10.2001

La paura che in queste settimane si stà diffondendo nel mondo è quella della contaminazione da parte di agenti chimici e batteri manipolati che aprono uno scenario di distruzione di tipo apocalittico. L'attuale contaminazione da parte di spore di antrace in alcuni centri degli USA può alimentare nel lungo termine le problematiche psichiche dei soggetti più vulnerabili ed al contempo determinare fenomeni di isteria collettiva, come ribadisce anche il British Medical Journal con un articolo del dr.Simon Wessely, docente di Psicologia presso l'Institute of Psychiatry di Londra: "I livelli generali di malessere, paura ed ansia possono rimanere nella popolazione più esposta elevati per anni, esacerbando in alcuni casi le precedenti problematiche di natura psicologica e provocando il rischio di un malessere sociale crescente..".

Il fatto di essere di fronte a minacce praticamente "invisibili", quali le armi biologiche rappresentano in confronto alle forme di guerra tradizionale, accresce il timore per questi nuovi attacchi terroristici, che generano sentimenti di estrema impotenza nella popolazione. La frustrazione dei cittadini aumenta inoltre poiché le autorità non possono in realtà prevedere che tipo di danni e quale effettivo scenario potrebbe verificarsi di fronte ad una diffusione massiccia degli agenti infettanti.

"Le immagini che circolano in questi giorni nei media e che ritraggono gli operatori alle prese con i batteri e vestiti con tute speciali come quelle degli astronauti accrescono le preoccupazioni e amplificano in profondità il timore tra la gente.."- aggiunge Wessely- "che inoltre deve convivere con la minaccia, destabilizzante per il proprio senso di sicurezza e di fiducia nell'altro, di nemici senza volto che agiscono sul proprio suolo ..".

(tratto da:"Anthrax scare is stoking mass hysteria: experts"- Agence France-Presse - Oct. 2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Emozione

Reazione affettiva a uno stimolo ambientale che insorge repentinamente e ha breve durata, come ad esempio paura, rabbia tristezza, gioia, disgusto, attesa. sorp...

Elettroshock

  Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità.

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

News Letters

0
condivisioni