Pubblicità

La psicosi dell'antrace

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 601 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
PSICONLINE NEW n. 83 - 28.10.2001

La paura che in queste settimane si stà diffondendo nel mondo è quella della contaminazione da parte di agenti chimici e batteri manipolati che aprono uno scenario di distruzione di tipo apocalittico. L'attuale contaminazione da parte di spore di antrace in alcuni centri degli USA può alimentare nel lungo termine le problematiche psichiche dei soggetti più vulnerabili ed al contempo determinare fenomeni di isteria collettiva, come ribadisce anche il British Medical Journal con un articolo del dr.Simon Wessely, docente di Psicologia presso l'Institute of Psychiatry di Londra: "I livelli generali di malessere, paura ed ansia possono rimanere nella popolazione più esposta elevati per anni, esacerbando in alcuni casi le precedenti problematiche di natura psicologica e provocando il rischio di un malessere sociale crescente..".

Il fatto di essere di fronte a minacce praticamente "invisibili", quali le armi biologiche rappresentano in confronto alle forme di guerra tradizionale, accresce il timore per questi nuovi attacchi terroristici, che generano sentimenti di estrema impotenza nella popolazione. La frustrazione dei cittadini aumenta inoltre poiché le autorità non possono in realtà prevedere che tipo di danni e quale effettivo scenario potrebbe verificarsi di fronte ad una diffusione massiccia degli agenti infettanti.

"Le immagini che circolano in questi giorni nei media e che ritraggono gli operatori alle prese con i batteri e vestiti con tute speciali come quelle degli astronauti accrescono le preoccupazioni e amplificano in profondità il timore tra la gente.."- aggiunge Wessely- "che inoltre deve convivere con la minaccia, destabilizzante per il proprio senso di sicurezza e di fiducia nell'altro, di nemici senza volto che agiscono sul proprio suolo ..".

(tratto da:"Anthrax scare is stoking mass hysteria: experts"- Agence France-Presse - Oct. 2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

News Letters

0
condivisioni