Pubblicità

La religione modifica il cervello

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 547 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista PLoS ONE suggerisce che l’essere molto religiosi modifica il cervello, restringendolo. Questo, potrebbe essere indicativo di un qualcosa di non proprio positivo per il fisico, mentre allo stesso tempo, per qualcuno, potrebbe esserlo per lo spirito.
I ricercatori del Duke University Medical Center (Usa) ritengono di aver trovato una correlazione evidente tra le pratiche religiose e alcune modifiche nel cervello delle persone in uno studio che ha coinvolto 268 persone di età compresa tra i 58 e gli 84 anni.

 

I partecipanti sono stati inviati a fornire informazioni sulla loro fede, le pratiche spirituali ed eventuali cambiamenti nella loro la vita dovuti a esperienze religiose.
I volontari sono poi stati seguiti da un minimo di due fino a otto anni. Le possibili modifiche nella parte del cervello associata all’apprendimento e la memoria – l’ippocampo – sono state monitorate per mezzo della risonanza magnetica per immagini (MRI).

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Due mondi diversi [16092338958…

  Morfea23, 21 anni     Da circa 4 mesi sto con un ragazzo totalmente  opposto al mondo in cui da sempre vivo, per situazione famili...

Autostima? [161290462495]

    Buonasera! vi scrivo perche' alla soglia dei 50 anni mi rendo conto di non aver mai portato a termine i molti progetti professionali e pers...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

News Letters

0
condivisioni