Pubblicità

La rivincita dei pigri, troppo jogging fa male quanto una vita sedentaria

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 377 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

E' la rivincita dei pigri. Per i 'drogati di fitness' è qualche cosa su cui riflettere la prossima volta che allacceranno le scarpe da ginnastica per una lunga corsa.

Uno studio danese ha stabilito che chi fa jogging con molta intensità, percorrendo tanti chilometri, muore con la stessa frequenza con cui muore chi passa la vita facendo zapping di fronte alla tv. Uno studio, pubblicato sul "Journal of American College of Cardiology", e' l'ultimo ad affrontare il tema controverso dei rischi che corre chi si sottopone a troppo esercizio fisico. Notando che il piu' famoso - e forse apocrifo - caso di morte da affaticamento fisico risale alla lunga corsa del messaggero ateniese Fidippide, che cadde dopo avere percorso 40 chilometri dal campo di battaglia di Maratona ad Atene per annunciare la vittoria contro i Persiani. I ricercatori ipotizzano che un esercizio fisico prolungato e faticoso possa danneggiare il cuore nel corso del tempo.

 


Tratto da:repubblica.it- Prosegui nella lettura dell'articolo

 



Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Convinzione occhi storti (1568…

mirko, 31 Dottori perdonate il disturbo. Sono un ragazzo di 31 anni e sono quasi 5 anni che vorrei capire una cosa che mi sta facendo diventare letteralmen...

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

News Letters

0
condivisioni