Pubblicità

La sincerità è tutta in un SMS

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 372 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Volete sapere la verità, tutta la verità dal vostro interlocutore? Chiedetegli di mandarvi un SMS. Lo rivela un recente studio condotto presso l'Università del Michigan secondo il quale le persone sono molto più propense ad essere sincere e rivelare informazioni personali quando scrivono piuttosto che durante un colloquio.
«È un risultato soprendente» spiega Fred Conrad, psicologo cognitivo responsabile dello studio. «Eravamo convinti che le persone fossero molto più riservate nella comunicazione scritta, perchè crea un ricordo visivo molto chiaro del messaggio che si sta inviando». E invece sembra che la tendenza sia esattamente contraria: comporre un messaggio lascia il tempo di pensare, di ponderare le parole e di dare risposte molto più accurate alle domande senza bisogno di mascherare o edulcorare la realtà.

Onesti in 150 caratteri
Conrad e i suoi colleghi hanno analizzato il comportamento di 600 utilizzatori di iPhone facendo loro domande personali che richidevano una risposta precisa. Per esempio quanti drink avevano bevuto nell'ultima settimana o quante ore di esercizio fisico avevano fatto nell'ultimo mese.
Le domande sono state somministrate nei modi e nelle situazioni più diverse: durante colloqui individuali e di gruppo, per SMS, sono state poste da una voce elettronica o mentre i partecipanti al test stavano facendo altro.
Ne è emerso che le persone sono molto più propense ad arrivare al punto senza tanti giri di parole quando comunicano via messaggio.

Tratto da: "focus.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

News Letters

0
condivisioni