Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

La solitudine indebolisce l’organismo

on . Postato in News di psicologia

Un neuroscienziato di Chicago ha dimostrato come questa condizione possa scatenare dei meccanismi fisiologici che incentivano del 14% il rischio di morte prematura.

solitudineLa solitudine è una malattia? La risposta è sì.

Parola di John Cacioppo, neuroscienziato di Chicago che da anni si dedica allo studio di questa condizione.
Come ha mostrato nel suo ultimo studio, essa è in grado di scatenare dei meccanismi fisiologici che in ultima analisi aumentano il rischio di morte prematura del 14%. In altre parole, il sentirsi soli provoca delle reazioni di risposta allo stress e agisce sul sistema immunitario, indebolendolo.

LA PERSONA SOLA VIVE UNA COSTANTE ALLERTA SOCIALE  

Andiamo con ordine. In alcune ricerche recenti, come «La neuroendocrinologia dell’isolamento sociale» (The neuroendocrinology of social isolation) e due studi apparsi questa estate su Cortex e Cognitive Neuroscience, Cacioppo aveva mostrato che la solitudine è un fattore di rischio per la mortalità e che il cervello di chi ne soffre si trova costantemente in uno stato di allerta, è cioè più pronto a rispondere con rapidità agli stimoli sociali.

 

Tratto da La Stampa - prosegui nella lettura dell'articolo

 


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psicologi italiani

 

logo psychostore


 

 

Tags: solitudine stress malattia rischio organismo meccanismi fisiologici morte prematura sisema immunitario neuroendocrinologia isolamento sociale

Guarda anche...

Per saperne di più

La tecnica dell'EMDR

Desensibilizzazione e rielaborazione del ricordo traumatico La desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari (Eye Movement Desensitization Reprocessing), meglio nota come EMDR,...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (148935473591)

azzurra, 17               Salve, sono una ragazza di 17 anni che sta vivendo una situazione familiare pessima, dici...

Troppo dolore (14888251032)

Mia, 45           Tutta la mia vita è una continua lotta per me, e adesso sono davvero, davvero, stanca. Partendo dal la...

Come capire cosa si ha e da ch…

Jep gambardella, 28     Salve, Ringrazio anticipatamente tutti i professionisti che mi risponderanno. Cercherò di essere breve ma pi&ugra...

Area Professionale

Il perdono nella pratica clini…

Secondo recenti ricerche il perdono e la capacità di perdonare possono essere correlati alla propria struttura di personalità, al processo di matu...

L' odio come paura dell’altro …

Gli atti di odio sono tentativi di distrarre sè stessi da sentimenti come la solitudine, l'impotenza, l'ingiustizia, l'inadeguateza e la vergogna. L'odio...

Inaugurazione Servizio Psicolo…

La Fondazione dell’Ordine degli Psicologi dell’Abruzzo – ONLUS, in seguito al sisma che ha colpito il Centro Italia nell’ Agosto 2016, h...

Le parole della Psicologia

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolar...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

News Letters