Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

La solitudine indebolisce l’organismo

on . Postato in News di psicologia

Un neuroscienziato di Chicago ha dimostrato come questa condizione possa scatenare dei meccanismi fisiologici che incentivano del 14% il rischio di morte prematura.

solitudineLa solitudine è una malattia? La risposta è sì.

Parola di John Cacioppo, neuroscienziato di Chicago che da anni si dedica allo studio di questa condizione.
Come ha mostrato nel suo ultimo studio, essa è in grado di scatenare dei meccanismi fisiologici che in ultima analisi aumentano il rischio di morte prematura del 14%. In altre parole, il sentirsi soli provoca delle reazioni di risposta allo stress e agisce sul sistema immunitario, indebolendolo.

LA PERSONA SOLA VIVE UNA COSTANTE ALLERTA SOCIALE  

Andiamo con ordine. In alcune ricerche recenti, come «La neuroendocrinologia dell’isolamento sociale» (The neuroendocrinology of social isolation) e due studi apparsi questa estate su Cortex e Cognitive Neuroscience, Cacioppo aveva mostrato che la solitudine è un fattore di rischio per la mortalità e che il cervello di chi ne soffre si trova costantemente in uno stato di allerta, è cioè più pronto a rispondere con rapidità agli stimoli sociali.

 

Tratto da La Stampa - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Tags: solitudine stress malattia rischio organismo meccanismi fisiologici morte prematura sisema immunitario neuroendocrinologia isolamento sociale

Guarda anche...

Per saperne di più

La tecnica dell'EMDR

Desensibilizzazione e rielaborazione del ricordo traumatico La desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari (Eye Movement Desensitization Reprocessing), meglio nota come EMDR,...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

interpretazione sogno (1496836…

maria, 54       Ho sognato che vendevo le mie scarpe nuove di colore blu ad una ragazza che le aveva uguali alle mie ma sporche e rovinat...

Balbuzie, blocchi quando parlo…

Prince, 17       Salve mi chiamo P. K., ho 17 anni e sono nato qui in italia, sono di origine indiana, mio padre è qui in italia da 30 an...

Sentimenti (1500386971181)

Soraya16, 39       Salve, due mesi fa ho lasciato la mia compagna, con la quale abbiamo una bimba di 14 mesi. La ho lasciata perché non mi...

Area Professionale

Il Jobs Act Autonomi 2017: nov…

Il Jobs Act autonomi 2017, contenuto all'interno della precedente Legge di Stabilità del 2016, è in vigore dal 14 giugno 2017. Il disegno di legge prevede 21 ar...

Linee guida per le prestazioni…

LINEE GUIDA PER LE PRESTAZIONI PSICOLOGICHE VIA INTERNET E A DISTANZA Realizzate dalla Commissione ATTI TIPICI del CNOP le nuove linee guida per le prestazio...

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Le parole della Psicologia

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il decl...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

News Letters