Pubblicità

La spiritualità contro la droga

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 376 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I giovani che considerano la religione e in generale la spiritualità dei valori importanti nella propria vita sono meno esposti al rischio delle dipendenze da alcool e droga rispetto ai coetanei non credenti; questo in sintesi il risultato di uno studio compiuto da ricercatori della Columbia University che hanno confrontato i dati rilevati da tre ricerche sull’argomento a livello nazionale.

Fede e spiritualità hanno un ruolo importante anche in recenti trattamenti terapeutici nei confronti di soggetti con problemi di dipendenza, come si rileva dalle attività del National Center Addiction and Substance Abuse presso la Columbia University, che studiando il fenomeno della dipendenza ha rilevato come una maggiore spiritualità possa effettivamente contrastare la tendenza all’assunzione di droghe e alcool tra i giovani e gli adulti e quindi rappresentare un valido aiuto nella terapia di soggetti a rischio.

“Ci sono molti fattori che possono influire sull’instaurazione della dipendenza da queste sostanze – dice la dr.ssa Susan Foster, responsabile del settore di ricerca del National Center Addiction –..Il nostro punto di vista è che fede e spiritualità rappresentano elementi importanti nella prevenzione e nel trattamento delle patologie da dipendenza ed in alcuni casi essi sono fattori principali...”.

Dalle stime effettuate su campioni di soggetti con problemi di dipendenza è emerso che gli adulti che non seguono la religione e la spiritualità presentano un’incidenza del disturbo da dipendenza da droghe di circa quattro volte superiore ai coetanei con un orientamento religioso o spirituale, mentre per quanto riguarda la dipendenza dall’alcool e dalla nicotina di 1 volta e mezza superiore. I risultati sono ancora più evidenti nel caso degli adolescenti: sette volte di più nel caso di dipendenza da droghe e tre volte di più per alcool e nicotina.

Il parere del dr. Thomas Spitz, psicoterapeuta ed esperto in problemi della dipendenza al Rogers Memorial Hospital, è che la maggiorparte delle persone che abusa in sostanze quali droghe e alcool persegue l’obbiettivo di sentirsi più forte e sicura di sè attraverso la loro assunzione; la fede e la spiritualità rappresentano una modalità naturale di raggiungere questi sentimenti circa il proprio sé e quindi contrastare il ricorso alle droghe.

(tratto da:” Survey Finds Faith Helps to Prevent Drug Abuse” - The Record, Bergen County, NJ – Dec.2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

News Letters

0
condivisioni