Pubblicità

La vita ad ostacoli dei bimbi malati cronici

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 351 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO - la diagnosi della malattia può arrivare anche a distanza di anni; una volta accertata, poi, loro e le loro famiglie continuano a peregrinare da un medico all'altro, alla ricerca di Centri di riferimento per quella specifica patologia. Come se non bastasse, spesso a scuola sono ancora alunni "diversi" dagli altri. È un percorso tortuoso e a ostacoli anche quello dei pazienti più piccoli: lo dice il rapporto "Minori: diritti rari, costi cronici", realizzato dal Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici (di Cittadinanzattiva), che ha raccolto le segnalazioni dei pazienti che fanno capo a 34 organizzazioni.

 

«Di solito, quando si parla di malattie croniche si pensa agli anziani, ma anche i bambini soffrono di diabete, asma, malattie allergiche, reumatiche o rare» afferma Maddalena Pelagalli, presidente del Coordinamento. Per loro la diagnosi tempestiva può fare ancor più la differenza. «Pediatri e medici di famiglia, però, non abituati alla cronicità infantile, spesso sono poco informati sulle specifiche patologie — fa notare Pelagalli — e così inviano tardi il paziente dallo specialista o ai centri di riferimento, peraltro carenti in alcune regioni o, a volte, esistenti solo sulla carta».

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters

0
condivisioni