Pubblicità

La vita ad ostacoli dei bimbi malati cronici

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 431 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO - la diagnosi della malattia può arrivare anche a distanza di anni; una volta accertata, poi, loro e le loro famiglie continuano a peregrinare da un medico all'altro, alla ricerca di Centri di riferimento per quella specifica patologia. Come se non bastasse, spesso a scuola sono ancora alunni "diversi" dagli altri. È un percorso tortuoso e a ostacoli anche quello dei pazienti più piccoli: lo dice il rapporto "Minori: diritti rari, costi cronici", realizzato dal Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici (di Cittadinanzattiva), che ha raccolto le segnalazioni dei pazienti che fanno capo a 34 organizzazioni.

 

«Di solito, quando si parla di malattie croniche si pensa agli anziani, ma anche i bambini soffrono di diabete, asma, malattie allergiche, reumatiche o rare» afferma Maddalena Pelagalli, presidente del Coordinamento. Per loro la diagnosi tempestiva può fare ancor più la differenza. «Pediatri e medici di famiglia, però, non abituati alla cronicità infantile, spesso sono poco informati sulle specifiche patologie — fa notare Pelagalli — e così inviano tardi il paziente dallo specialista o ai centri di riferimento, peraltro carenti in alcune regioni o, a volte, esistenti solo sulla carta».

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

News Letters

0
condivisioni