Pubblicità

La vittima del reato, questa dimenticata

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 390 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il marchio di Caino
Iprincipio era la violenza: il Vecchio Testamento si apre con un fratricidio, Caino uccide Abele, il Nuovo Testamento si chiude con un martirio e con una esecuzione, quella di Cristo. Nella storia della Criminologia è Caino che lascia il marchio ed ofusca la vittima, la quale in Cristo trova valore e significato.
dal fratricidio di Caino, la violenza è nota e diffusamente descritta, ma delle vittime viene lasciata una traccia indiretta. Tra le specie, a partire dalla creazione, la lotta è incessante e crudele e gli sconti sono cruenti. Il genere umano non si sottrae a questa regola, ma nel trascorrere dei tempi adotta comportamenti nuovi, meno istintivi. Con L'evoluzione culturale, il repertorio dei comportamenti si è arricchito in misura eccezionale, così che l’uomo moderno respinge la violenza ma se ne lascia ancora affascinare. In ogni tempo, la caratteristica principale della violenza è la gravità del rischio che fa correre alla vittima: tuttavia di questa si parla poco e nelle rilevazioni statistiche sulla criminalità si indicano le caratteristiche della violenza e i suoi autori. Di anno in anno le ricerche archeologiche raccolgono le prove della violenza nella civiltà primitiva. “Vengono esumate ossa umane; e non si tratta sempre di scheletri (o di frammenti di scheletri) intatti, spesso anzi sono crani fracassati, membra spezzate.
Tra i nostri antenati, la morte violenta era frequente e già i primi uomini praticavano cannibalismo e guerra. Gli storici riscoprono regolarmente la crudeltà delle civiltà che ci hanno preceduto. Anzi, non vi è quasi società in cui, per placare la collera degli dei, non siano stati celebrati sacrifici umani” [Chesnais, 1982: 19].

Tratto da: "criminologia-psichiatria.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

News Letters

0
condivisioni