Pubblicità

La vittimizzazione tra gli adolescenti transgender e gender - fluid

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1419 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Gli adolescenti transgender e gender- fluid, in particolare di sesso maschile, hanno un rischio tre volte maggiore di subire un abuso fisico o mentale a scuola e a casa, rispetto ai coetanei di genere conforme.

transgender gender fluid

 

Presso l’Università di Berkeley, è stata condotta una delle più grandi indagini, a livello nazionale, su adolescenti appartenenti a minoranze sessuali e di genere che hanno subito molteplici forme di vittimizzazione, tra cui violenza fisica, sessuale, bullismo, aumentando il rischio di depressione, disturbo da stress post – traumatico, autolesionismo e suicidio.

I risultati hanno mostrato che circa il 50% e 70% dei ragazzi trans e gender – fluid ha dichiarato di essere esposto a 10 o più tipologie di aggressione. Gli abusi, molto spesso, si consumano in famiglia o a casa, ossia, in quegli ambienti che dovrebbero essere considerati come sicuri, ma che, in realtà, non lo sono.

La ricerca è stata pubblicata la scorsa settimana nell’edizione online della rivista “Child Abuse & Neglect” proprio in concomitanza con l’abrogazione, da parte dell’amministrazione Trump, delle linee guida varate da Obama sui diritti dei transgender, inclusa quella relative alle preferenze igieniche.

Per realizzare tale indagine, Sterzing e collaboratori hanno raccolto dati provenienti da circa 1200 adolescenti tra i 14 e i 19 anni, appartenenti a minoranze sessuali e di genere, che si identificano come transgender (transizione da maschio a femmina o da femmina a maschio), gender – fluid (indecisione di genere) e cisgender (gay, lesbiche, bisessuali e pansessuali, la cui identità di genere corrisponde al sesso biologico).

I partecipanti, ai quali è stato garantito l’anonimato, sono stati reclutati attraverso annunci di Facebook, un video online di reclutamento e tramite organizzazioni che si occupano delle minoranze sessuali. Questi hanno riferito le loro esperienze con più di 40 diverse forme di violenza comunemente subite dagli adolescenti. Inoltre, sono state fornite informazioni circa lo status socio – economico, eventuali problemi di salute mentale e la partecipazione della famiglia alle attività religiose.

E’ emerso che il bullismo a scuola è la forma più comune di vittimizzazione, riportata dal 69,2% degli intervistati. Le ragazze transgender (da uomo a donna) hanno riportato il più alto tassodi cyberbullismo, mentre gli adolescenti gender – fluid, nati di sesso maschile, erano più inclini ad essere vittima di violenza sessuale.

Nel complesso, i giovani transgender e gender – fluid presentano un maggiore rischio di subire forme multiple e sovrapposte di violenza in casa, a scuola, nel quartiere e online. Sterzing è anche autore di uno studio che verrà prossimamente realizzato, volto ad approfondire ed indagare i fattori ambientali che rendono questi giovani maggiormente vulnerabili alla polivittimizzazione.

La Fondazione Americana per la Prevenzione del Suicidio ha segnalato che il 41% delle persone transgender tenterà il suicidio nel corso della loro vita, a causa degli alti tassi di bullismo. Per questo motivo, Sterzing ha affermato che la società dovrebbe proporre soluzioni più inclusive, utili a proteggere gli adolescenti più vulnerabili e che bisogna riporre una speranza nelle generazioni future, i cui membri sono maggiormente propensi ad accettare la “fluidità di genere”.

Si stanno osservando, infatti, dei cambiamenti importanti negli atteggiamenti dei giovani nei confronti delle minoranze sessuali e di genere che fanno sperare di poter ridurre i tassi di violenza e creare spazi più inclusivi per gli adolescenti appartenenti a queste minoranze.

 

 

Tratto da : sciencedaily

 

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: gender fenomeni transgender

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 18 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.18 (libertà di scelta), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo sett...

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Le parole della Psicologia

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

News Letters

0
condivisioni