Pubblicità

L’Anima è il nostro Cervello?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 431 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sembra ormai consolidata l’idea che l’inizio del ventunesimo secolo sia caratterizzato dalle scienze della mente e del cervello. Lo sviluppo delle neuroscienze è uno dei campi scientifici più vitali e dagli sviluppi più rapidi. Un fermento straordinario, centro di grande attrazione e curiosità anche per coloro che non sono addetti ai lavori. Percezione, memoria, sentimenti, morale, identità personale tutte realtà delle quali il cervello è considerato l’organo responsabile.  Le neuroscienze perseguono l’intento di comprendere e spiegare il comportamento dell’uomo e delle sue facoltà superiori con la conoscenza sempre più dettagliata dei meccanismi cerebrali. Gli esiti, se pur tra le diverse posizioni, riprendono temi e questioni dell’antico dibattito intorno all’anima e al corpo, con tutte le pertinenti ricadute in ambito antropologico, etico e pastorale. Ora la teologia non può ignorare il continuo accumulo di questi dati scientifici. E il pensiero di una scienza teologica che debba arrestarsi di fronte allo sviluppo neuroscientifico è da considerarsi superato. Nasce l’esigenza di un pensiero complesso che, rispettando la costitutiva multidimensionalità della conoscenza, renda possibile il dialogo tra neuroscienze e teologia.

Un lungo percorso: passaggi e fraintendimenti di significato
Il desiderio di comprendere l’essere umano, nella sua realtà più profonda, ha sempre accompagnato la storia del pensiero. Gli interrogativi sull’esistenza dell’uomo, della sua origine, della sua identità, dei suoi comportamenti hanno segnato l’avvio della fatica intellettuale, con l’intento di decifrare l’uomo in tutta la sua vasta ed ampia esperienza. Ed è lo sguardo alla storia che permette di evidenziare le definizioni, le posizioni, i fraintendimenti intorno alla strutture antropologiche: corpo e anima. È innegabile che l’attuale linguaggio usato, nell’ambito scientifico, è indice di un lungo percorso che ha portato ad enfatizzare alcune dimensioni dell’uomo a scapito di altre, ed in particolare, quelle dimensioni che rimandano all’interiorità dell’uomo, alla sua capacità di interrogarsi e di conferire significato alla sua variegata esperienza.  La conoscenza della trama storica fatta di significati, diversi e contrastanti, è necessaria per comprendere l’attuale dibattito intorno ai concetti di mente-cervello.[1]

Tratto da: "neuroscienze.net"- Prosegui Nella Lettura dell'Articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Articolo 11 - il Codice Deonto…

con l'art.11 proseguiamo su Psiconline.it, anche questa settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parm...

Le parole della Psicologia

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Disforia di genere

"Per un momento ho dimenticato me stesso, per un momento sono stato solo Lili." The Danish Girl Con il termine Disforia di genere si fa riferimento all’insoddi...

News Letters

0
condivisioni