Pubblicità

L'anoressia dilaga anche tra le bambine

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 299 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anche le bambine cominciano ad avere una cura per il loro corpo e per la linea che, piú volte di quanto si pensi, sconfina in disturbi patologici quali l’anoressia.Un’equipe della Flinders University nel Sud dell’Australia hanno condotto uno studio su 80 bambine di età inferiore ai 10 anni evidenziando che ben il 70 per cento del campione intervistato ha dichiarato di voler avere un corpo più magro. Nella metà di questo gruppo di ragazzine, che dichiarava di voler essere più bella (perchè uno dei grandi equivoci é proprio il far corrispondere il magro al bello), i medici hanno individuato dei comportamenti tipici di chi soffre di disturbi alimentari.

Sino ad oggi le ricerche condotte sull’anoressia hanno considerato soggetti di età superiore ai tredici anni. Questa ricerca rivela, con sorpresa, che l’angoscia provocata dalla non accettazione del proprio corpo colpisce anche le bambine a cominciare dai sei anni di età. Un elemento scatenante sarebbe l’ingresso a scuola e il confronto con le altre bambine. Secondo i medici che hanno condotto la ricerca, infatti, il momento in cui le ragazzine diventano coscienti del loro corpo tanto da farsene un problema é rappresentato dal passaggio dalla scuola primaria alla secondaria.


Tratto da Yahoo! Salute - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Pensiero

I disturbi della forma e i disturbi del contenuto del pensiero Il pensiero è la funzione psichica complessa che permette la valutazione della realt&agra...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters

0
condivisioni