Pubblicità

"Le parolacce in ufficio? Rendono più produttivi"

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 314 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alzi la mano chi non ha mai avuto voglia di mandare a quel paese il capo o un collega d'ufficio. E magari si è morso le labbra, imprecando in silenzio. Bene, d'ora in poi l'uso della parolaccia tra colleghi di lavoro non solo dovrebbe essere permessa, ma addirittura incoraggiata dall'azienda.

Perché? Presto detto: secondo uno studio della Norwich University of East Anglia, i dipendenti un po' sboccati sono in realtà più produttivi. Le parolacce infatti aiutano a combattere lo stress, e in più contribuiscono a creare una cert'aria di solidarietà 'cameratesca' tra i colleghi. Insomma, usare termini altrove considerati tabù al lavoro stimola un benefico spirito di gruppo. ''I dipendenti - dice Yehuda Baruch, il professore che ha portato avanti la ricerca - usano continuamente un linguaggio volgare, da non considerare necessariamente negativo. Anzi si tratta di un fenomeno sociale e psicologico che non va sempre condannato''.

Tratto da "Quotidiano.net" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Sessualità (1560543734926)

Cinzia,56 Buonasera, c’è una cosa che mi assilla. ...

Area Professionale

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 19 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.19 (selezione e valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters

0
condivisioni