Pubblicità

Le persone preferiscono donare il loro tempo, anche quando le organizzazioni di beneficenza ci rimettono.

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1050 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Ogni anno durante le festività natalizie, le mense e le associazioni di beneficenza sono invase da offerte di volontariato. Ma, per la carità, è più vantaggiosa una donazione del proprio tempo o un contributo finanziario?

volontariatoI ricercatori della Portland State University e della Texas A&M University si sono chiesti cosa spinge a fare volontariato, specialmente quando una donazione in denaro avrebbe un impatto maggiore.

Il loro studio, "Why Do People Volunteer? An Experimental Analysis of Preferences for Time Donations" (Perché le persone si offrono volontariamente? Un'analisi sperimentale delle preferenze per le donazioni di tempo), è stato pubblicato in questa primavera nella rivista Management Science.

L'assistente professore di economia J. Forrest Williams ha lavorato con i professori di economia Alexander Brown e Jonathan Meer del Texas A&M per considerare ciò che guida i volontari.

Hanno riscontrato, più e più volte, che le persone preferivano donare il loro tempo anche quando era meno efficiente. Perché le persone fanno questa scelta? Williams ha affermato che l'effetto "luce calda" sembra essere responsabile.

La "luce calda" è descritta semplicemente come la sensazione positiva associata al volontariato o alla donazione in beneficenza. "Se hai davvero un salario alto, perché dovresti rinunciare a qualche centinaio di dollari all'ora, quando potresti solo lavorare un'ora e donare quell'importo e quindi fornire un valore significativamente maggiore di quello che il tuo tempo sarebbe valso in beneficenza?" Williams ha detto.

Pubblicità

La ricerca del passato presuppone, ha aggiunto, che quando viene data la possibilità di scegliere tra la donazione di $ 10 del tempo di qualcuno e $ 10, le opzioni sono equivalenti. La loro ricerca, invece, dimostra il contrario.

"Se siamo preoccupati solo per l'impatto delle nostre donazioni, non ha alcun senso economico", ha detto Williams delle preferenze della gente di donare del tempo per gli altri.

L'effetto "luce calda" è proprio così persuasiva. Lo studio includeva una varietà di fattori che possono influenzare le scelte di qualcuno: riconoscimento, contatti sociali, reciprocità, felicità acquisita lavorando con gli altri, ecc.

I partecipanti hanno comunque scelto di donare il loro tempo anche quando la loro scelta essenzialmente ha fatto perdere denaro all'organizzazione e non c'era alcun beneficio personale.

"Se guadagni $ 100 all'ora, poi vai a lavorare in una mensa per i poveri e non offri un servizio di $ 100 in un'ora, sarebbe stato meglio se gli avessi donato solo $ 100", ha detto.

Non è chiaro come gli enti di beneficenza debbano rispondere a questo risultato. È ipotizzabile che potrebbero insistere di più sulle donazioni e pagando il lavoro per rimpiazzare i volontari.

Ma potrebbero anche perdere molti potenziali donatori che traggono maggiori benefici dall'esperienza di volontariato. Quei donatori potrebbero finire a fare volontariato in un ente benefico in competizione.

Inoltre, i volontari potrebbero aumentare la visibilità dell'ente di beneficenza aumentando le future donazioni monetarie, cosa che questo studio non potrebbe affrontare.

"Anche se sei iper-efficace in quello che fai, è così improbabile che il valore del tuo tempo sia superiore al valore del denaro che daresti", ha detto Williams.

 

fonte:

  • Alexander L. Brown, Jonathan Meer, J. Forrest Williams. Why Do People Volunteer? An Experimental Analysis of Preferences for Time Donations. Management Science, 2019; 65 (4): 1455 DOI: 10.1287/mnsc.2017.2951

 

A cura della dottoressa Arianna Patriarca

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: news di psicologia volontariato beneficenza

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

fobia per le autostrade [16030…

roberto, 45 anni vorrei conoscere la terapia più adatta per una fobia specifica delle autostrade cronica. ...

Ansia da competizione [1601631…

elisa37, 37 anni Gentili dottori Il mio problema e' un po' imbarazzante, ma un problema che ha sempre fortemente limitato la mia vita e ancora non sono ri...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

News Letters

0
condivisioni