Pubblicità

Le persone sono inclini a "ricordare" eventi mai accaduti

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1614 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Molte persone sono inclini a "ricordare" eventi che non sono mai accaduti, secondo una nuova ricerca dell'Università di Warwick.

ricordare eventiIn uno studio sui falsi ricordi, la dottoressa Kimberley Wade nel Dipartimento di Psicologia dimostra che se ci viene detto di un evento completamente fittizio delle nostre vite, e ripetutamente immaginiamo tale evento come realmente accaduto, quasi la metà di noi lo accetta come reale.

Oltre 400 partecipanti agli studi di "impianto di memoria" hanno suggerito eventi autobiografici fittizi - e si è riscontrato che circa il 50% dei partecipanti riteneva, in una certa misura, di aver vissuto quegli eventi.

Pubblicità

I partecipanti a questi studi sono venuti a ricordare una serie di falsi eventi, come fare una gita in mongolfiera durante l'infanzia, fare uno scherzo a un insegnante o creare confusione in un matrimonio di famiglia.

Il 30% dei partecipanti è sembrato "ricordare" l'evento - hanno accettato l'evento suggerito, elaborato su come si è verificato l'evento e persino descritto le immagini di come fosse l'evento. Un altro 23% ha mostrato di aver accettato l'evento suggerito in una certa misura e ha creduto che fosse realmente accaduto.

Il dott. Wade e colleghi concludono che può essere molto difficile determinare quando una persona sta ricordando eventi passati reali, al contrario di falsi ricordi - anche in un ambiente di ricerca controllato; e ancora di più nelle situazioni di vita reale.

Queste scoperte hanno un significato in molte aree - sollevando domande sull'autenticità dei ricordi usati nelle investigazioni forensi, nelle aule di tribunale e nei trattamenti terapeutici.

Inoltre, i ricordi collettivi di un grande gruppo di persone o società potrebbero essere errati - a causa delle false informazioni nelle notizie, ad esempio - con un effetto sorprendente sulle percezioni e il comportamento delle persone.

Il Dr Wade commenta l'importanza di questo studio:

"Sappiamo che molti fattori influenzano la creazione di false credenze e ricordi - come chiedere a una persona di immaginare ripetutamente un evento falso o di visualizzare le foto per 'ingannare' la memoria. Ma non comprendiamo appieno come tutti questi fattori interagiscano. Studi su larga scala come la nostra analisi ci avvicinano un po' di più."

"La scoperta che una grande parte della gente è incline a sviluppare false credenze è importante. Sappiamo da altre ricerche che le credenze distorte possono influenzare i comportamenti, le intenzioni e gli atteggiamenti delle persone ".

Gli scienziati hanno usato le variazioni di questa procedura per 20 anni per studiare come le persone possano ricordare esperienze completamente false.

 

Tratto da PsyPost

 

(Traduzione e adattamento a cura del Dottor Antonio Morgia)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: memoria news di psicologia eventi ricordare falsi ricordi

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

News Letters

0
condivisioni