Pubblicità

Le riunioni di lavoro spengono il cervello femminile

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 409 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fare continuamente riunioni di lavoro ci rende stupidi, perché il quoziente intellettivo deve sforzarsi per adeguarsi e tende a spegnersi. Insomma, molti – diciamo la verità – le hanno sempre odiate, perché considerate delle enormi perdite di tempo. Ora c’è di più: si rischia anche di fare brutte figure.

Le donne, in particolare, sarebbero le vittime preferite di questo diabolico meccanismo che ruota intorno alle riunioni di lavoro, secondo lo studio del Virginia Tech Carilion Research Institute. Per scoprirlo, uno stratagemma semplice: la risonanza magnetica al cervello di laureati impegnati in piccoli gruppi di lavoro. In tutti, e in particolare nelle donne, alcuni compiti sono disturbati dall’essere in gruppo – che comporta distrazioni ottiche, verbali – tanto che, come i computer che si spengono per evitare il surriscaldamento, il cervello “finge” di essere in funzione, ma in realtà va in stand-by.

Tratto da: "diredonna.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Relazione a distanza (15648262…

sara, 22 Salve, avrei un problema che mi blocca da giorni e vorrei un consiglio. Io e il mio ragazzo abbiamo una relazione a distanza da circa un anno (io it...

Area Professionale

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Scrivere un articolo per farsi…

un professionista che vuole far conoscere il suo lavoro deve imparare a utilizzare i canali che la tecnologia  mette a nostra disposizione e la stesura di ...

Le parole della Psicologia

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni