Pubblicità

L'eccesso di attenzioni non porta sollievo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 581 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Mogli e mariti apprensivi amplificano il dolore. Secondo un curioso studio tedesco, condotto da Herta Flor, neuropsicologa all’università di Heidelberg, presentato all’ultimo Congresso di neuroscienze di Orlando e pubblicato su «New Scientist», chi soffre di mal di schiena cronico e ha un partner che si prende amorevolmente cura di lui ha una maggior attività cerebrale in risposta a uno stimolo doloroso: quindi, «soffre» di più rispetto a chi ha un partner indifferente ai suoi lamenti. In pratica, se ogni volta che il soggetto si lamenta per il mal di schiena, la moglie risponde con un eccesso di attenzione, per esempio somministrando un massaggio o portando la cena, il cervello del paziente impara a rispondere al dolore. Se, invece, la moglie cerca di distrarre il «sofferente», suggerendogli di fare una camminata, oppure lascia la stanza o semplicemente non presta attenzione, il cervello non ha alcun un feedback positivo nel presentare una risposta al dolore e si abitua a non farlo.

«E’ importante sottolineare che non si tratta di una risposta volontaria - spiega la Flor -. L’eccesso di attività cerebrale avviene automaticamente, secondo i meccanismi propri dell’apprendimento: in pratica, un partner protettivo rinforza l’esperienza del dolore, finendo col farlo peggiorare» .

Articolo interamente tratto da : Il Corriere della Sera - Salute" del 21.12.2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Memoria

La memoria è quel meccanismo neuropsicologico che permette di fissare, conservare e rievocare esperienze e informazioni acquisite dall’ambiente (interno ed este...

News Letters

0
condivisioni