Pubblicità

Leggere il Dna per 1.000 dollari: fra dubbi etici e nuove possibilità

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 441 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fin ora la lettura del Dna richiedeva almeno una settimana ad un costo di almeno 10.000 dollari, ora invece ne bastano circa 1.000 per farlo. Perché dovrebbe esser utile? Essere a conoscenza del proprio Dna può permettere di sviluppare terapie individuali tarate a seconda delle esigenze del paziente, in poche parole potrebbe permette di ricevere cure più precise, meno generiche e quindi più efficaci.

 

 

Nascono così però molteplici problemi di natura etica, non solo legati al business sulla salute delle persone ma anche per il fatto che gli ospedali potrebbero cominciare ad usare queste macchine (cosa molto probabile visto che costano intorno, meno di una Tac) non solo per scopi medici. Basti pensare ad aziende o compagnie assicuratrici che potrebbero operare discriminazioni selezionando i candidati in base alla predisposizione di alcune malattie. Ricordiamo che anche se dalla lettura del Dna emerge che un individuo è predisposto per una malattia non è detto che la debba necessariamente contrarre.

 

 

Tratto da: "2duerighe.com" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

News Letters

0
condivisioni