Pubblicità

L'IDENTIKIT DEL PICCOLO CRIMINALE: ITALIANO, BENESTANTE, RECIDIVO

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 339 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il 70% dei reati commessi da minori si realizza in gruppo. Di questi l'85% viene commesso da ragazzi con cittadinanza italiana. L'eta' media e' 16 anni e in oltre l'85% dei casi gli autori sono di sesso maschile. Si tratta nel 55% dei casi di reati contro il patrimonio, per il 20% di delitti contro la persona (percosse, lesioni, omicidio e violenza sessuale); contro persona e patrimonio nel 20% dei casi e di reati di spaccio di sostanze stupefacenti e altro (5%). Sono i risultati dello studio condotto, tra il 2000 e il 2010 da Cristina Cabras, Professore Associato di Psicologia Sociale presso l'Universita' degli Studi di Cagliari e Specialista in Criminologia Clinica, che e' stato presentanto ieri al Seminario di Studio "Accogliere per prevenire il disagio psichico dei giovani: modelli e pratiche d'inclusione socio-lavorativa" organizzato dall'Isfol nell'ambito del "Programma per il sostegno e lo sviluppo dei percorsi integrati di inserimento socio lavorativo dei soggetti con disturbo psichico" promosso dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.

"La condizione deviante non e' quasi mai riconducibile alla malattia mentale", ha detto Cabras che ha sottolineato come essa sia legata al "desiderio del rischio fine a se stesso", atteggiamento tipico dell'eta' adolescenziale che si ritrova sviluppato piu' frequentemente "nei ragazzi che appartengono a classi piu' agiate, per le loro maggiori possibilita' economiche". Secondo lo studio di Cabras "il comportamento delinquenziale aumenta fino all'eta' di 17 anni per poi regredire". "Mediamente la carriera criminale inizia a 17 anni, dura circa 6 anni e, nella maggioranza dei casi analizzati si conclude a 25 anni", ha sottolineato la docente. I dati raccolti dalla ricerca affermano che: tre quarti degli individui condannati in giovane eta' vengono ricondannati tra i 17 e i 24 anni, mentre solo la meta' di questi riceve condanne tra i 25 e i 32 anni. La crimiloga ha ricordato che "chi prosegue nell'attivita' criminale, lo fa in gruppo", sottolineando che "gli atti realizzati in gruppo non corrispondono a quelli che i singoli realizzerebbero".

Tratto da: "direnews.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters

0
condivisioni