Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

L'immaginazione contro l'insonnia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 296 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Una persona su 10 in media soffre di insonnia cronica ed i problemi che derivano da un cattivo rapporto col sonno raggiungono anche gravi conseguenze in termini di salute psichica e –secondo stime recenti – di incidenti automobilistici; è stato infatti rilevato che almeno un quinto degli incidenti stradali si verificherebbe a causa di colpi improvvisi di sonno da parte del guidatore. Per superare il problema i medici prescrivono solitamente farmaci e suggeriscono condizioni ambientali ed abitudini alimentari più salutari per favorire un ritmo sonno-veglia adeguato e che permetta di apportare il necessario benessere psichico e fisico.

La dr.ssa Allison Harvey, psicologa presso l’Università di Oxford (GB), ha condotto un piccolo esperimento sull’argomento lavorando su un campione di persone sofferenti di insonnia cronica e proponendo loro, suddividendoli in più gruppi, diversi modi e strategie per affrontare il momento critico dell’addormentamento.

I soggetti erano suddivisi in piccoli gruppi ognuno dei quali era identificato da una particolare rappresentazione dello scenario favorente l’addormentamento in base alle note modalità delle tecniche di immaginazione guidata; alcuni per esempio immaginavano la classica situazione del contare le pecore che saltano, altri immaginavano di trovarsi in un particolare luogo tranquillo del sud della Francia durante un pomeriggio afoso estivo, altri ancora di essere nelle ore serali di una località del Tirolo, etc..

I risultati ottenuti hanno mostrato che nei casi in cui sono state adottate tecniche immaginative più complesse e aventi come scenari dei luoghi lontani che ispirano maggiormente la fantasia i soggetti raggiungevano il sonno in media circa venti minuti prima rispetto alle loro abitudini, mentre al contrario quelli che erano ricorsi a scenari più “tradizionali”, come le pecore che saltano, mostravano tempi di addormentamento anche maggiori rispetto alle loro abitudini normali.

(tratto da:”Trouble Sleeping? Don't Count on Sheep” - The Guardian Unlimited – Jan.2002)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Anoressia Nervosa

L'anoressia nervosa è un disturbo alimentare, caratterizzato da una consistente perdita di peso, disturbi dell'immagine corporea, timore di ingrassare e amenorr...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

News Letters

0
condivisioni