Pubblicità

Lo faro' domani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 579 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ci sono azioni che proprio non abbiamo voglia di fare. Quando il pensiero di dover portare a termine una cosa ci pesa come se fosse la peggiore delle condanne, tendiamo a procrastinare, cioè a spostare in avanti il momento in cui ci dedicheremo alla suddetta operazione. Il risultato? Un totale disastro.
Rimandare è una pratica dannosa, poco utile, priva di benefici reali e per nulla gratificante. Fa sentire male chi vi ricorre e non aiuta in modo costruttivo a districarsi dagli impegni.

In alcune giornate pronunciare la frase "oggi, no, questo posso rimandarlo a domani"ci sembra l'unica soluzione possibile. Quando il peso di una situazione diventa eccessivo, ecco che scatta il meccanismo per cui si sceglie di non affrontare la questione in quel momento, ma di riservarla ad un altro tempo, quando la forza fisica, morale o anche solo l'umore, saranno migliori. Ma il problema vero sta tutto lì: nel momento in cui scegliamo di rimandare qualche cosa, decidiamo di non affrontarla.

Tratto da: "wellme.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

fobia per le autostrade [16030…

roberto, 45 anni vorrei conoscere la terapia più adatta per una fobia specifica delle autostrade cronica. ...

Ansia da competizione [1601631…

elisa37, 37 anni Gentili dottori Il mio problema e' un po' imbarazzante, ma un problema che ha sempre fortemente limitato la mia vita e ancora non sono ri...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il declino cognitivo lieve consi...

News Letters

0
condivisioni