Pubblicità

L'odore del corpo cambia con l'età: gli anziani "profumano" più dei giovani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1066 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

Il profumo naturale di ogni persona cambia davvero con l'età e, contrariamente a quanto si è generalmente portati a credere, l'odore dei più anziani è più gradevole e meno intenso di quello di cinquantenni e trentenni. È quanto emerge da un originale studio, pubblicato su PLoS ONE, condotto dai ricercatori del Monell Chemical Senses Center di Filadelfia (Usa) che, per giungere ai loro risultati, hanno valutato - a livello puramente olfattivo - un centinaio di tamponi ascellari indossati, per 5 notti, da volontari di diverse fasce d'età.In modo molto simile a quello che accade negli animali, spiegano i ricercatori, gli odori del corpo umano contengono un'ampia gamma di componenti chimici in grado di trasmettere diversi tipi di informazioni, e le caratteristiche percettive di questi odori sono portate a cambiare nel corso della vita parallelamente alle concentrazioni delle sostanze chimiche a esse sottostanti. «Come accade agli animali, anche gli uomini sono in grado di carpire i segnali degli odori corporei che permettono loro di individuare l'età biologica, di scegliere il partner adatto e di distinguere i familiari dai non familiari», spiega Johan Lundström, primo autore della ricerca.

 

Tratto da: "ilsole24ore.com" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attività motoria, che compare spe...

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

News Letters

0
condivisioni