Pubblicità

L'orologio biologico scatta anche per lui

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 500 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Gli uomini si preparino ad accettare l'idea che l'orologio biologico non batte solo per le donne. Secondo una ricerca dell’Università di Berkeley (Usa) pubblicata sui Proceedings of he National Academy of Sciences l'età dell'uomo incide sulla qualità dello sperma: invecchiando, aumentano i difetti genetici, con potenziali effetti sulla fertilità, e i rischi per la futura progenie. I ricercatori statunitensi hanno confrontato la qualità degli spermatozoi di 100 donatori di seme di età compresa tra i 22 e gli 80 anni. L’analisi delle anomalie dello sperma riguardava numero, mobilità, forma degli spermatozoi, frammentazione del Dna e capacità riproduttive, allo scopo di comprendere relazioni di causa ed effetto tra l’invecchiamento dei pazienti e i rischi per la salute degli embrioni concepiti. Gli uomini si preparino ad accettare l'idea che l'orologio biologico non batte solo per le donne.

Secondo una ricerca dell’Università di Berkeley (Usa) pubblicata sui Proceedings of he National Academy of Sciences l'età dell'uomo incide sulla qualità dello sperma.

Tratto da " Galileonet.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vien...

Abulia

abulia deriva Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. L'abulia si riferisce sia ad un disturbo dell...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

News Letters

0
condivisioni