Pubblicità

Lui teme il terrorismo, lei le malattie - Sondaggio a Milano

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 254 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Nuove paure per la citta piu stressata d'Italia. Se dieci anni fa lo spauracchio numero uno era l'Aids, oggi lui teme il terrorismo e lei la malattia grave, personale o di un proprio caro. Cosi sono cambiate le angosce dei milanesi, secondo un sondaggio che sara presentato nel capoluogo lombardo in occasione di un convegno sul Pronto soccorso psicologico, in programma il 25 novembre, dalle 19 alle 22, al Centro congressi Le Stelline.

L'obiettivo dell'incontro, promosso dall'Associazione culturale Essere benessere e patrocinato dall'assessorato alla Sanita della Regione Lombardia, è di discutere le conseguenze che guerre, incidenti, epidemie e disastri ecologici possono avere sulla psiche di vittime, familiari o testimoni, ma anche di chi rivive il dramma guardando la tv.

Soprattutto bimbi e adolescenti, piu fragili e indifesi dei grandi. In Italia soffrono di angoscia patologica circa 6 milioni di donne e 4,5 milioni di uomini.

E Milano e tra le citta della penisola piu colpite, complici la vita frenetica e l'ambiente alienante della metropoli. L'indagine, condotta su 600 cittadini appartenenti a varie fasce d'età, rivela in paricolare che le paure cambiano da uomo a donna.

In cima alla classifica maschile c'è il terrorismo (21%), seguito da inquinamento (19%) e malattie (17%), mentre nell'elenco femminile prevalgono le malattie (26%), seguite da terrorismo (20%) e inquinamento (19%).

Le differenze sono nette non solo tra i due sessi, ma anche rispetto al passato.

tratto da Yahoo! Italia - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters

0
condivisioni