Pubblicità

Madri, nonostante la malattia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 540 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ci sono malattie che fino a qualche anno fa impedivano alle donne di pensare a una possibile maternità. Oggi le cose sono cambiate: si conoscono di più i meccanismi biologici legati alla gravidanza e ci sono farmaci più mirati. Per molte donne che hanno avuto un tumore, per quelle che hanno la sclerosi multipla, che sono affette da fibrosi cistica o che soffrono di diabete diventare madri non è più un sogno. Come dimostrano le storie di queste quattro donne
di Tiziana Moriconi

Madri, nonostante la malattia

Daniela, mamma oltre il diabete

Daniela ha 41 anni, fa la giornalista e ha due bambine, di 5 e di 6 anni e mezzo. Ha il diabete di tipo 1 dall'età di nove anni, ma questa malattia non le ha impedito di diventare mamma. "La cosa più importante è farsi seguire da un buon diabetologo, esperto anche di gravidanza diabetica", racconta Daniela. "Io sono stata seguita da due diabetologhe, entrambe molto in gamba, che mi hanno incoraggiato e aiutato. Non tutti sanno, infatti, che per chi desidera una gravidanza è fondamentale un parametro: l'emoglobina glicata, che misura la media della glicemia degli ultimi tre mesi. È fortemente sconsigliato concepire se questo valore non è inferiore a 7, perché vi sono rischi molto alti per il feto, anche di malformazione"

 

Tratto da: d.repubblica.it - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Come offrire aiuto ad una amic…

Soffice, 42 anni     Buongiorno, ho un’amica che soffre di dipendenza affettiva nei confronti del proprio compagno, da 20 anni. Abbiamo entra...

Superare un lutto [16164405522…

Caregiver, 50 anni       Buonasera Dottori, Ho quasi cinquant'anni, non ho figli e non sono mai stata sposata. Ho passato gli ultimi ven...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters

0
condivisioni