Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Malata di call center, la telefonista rischia di perdere la voce

on . Postato in News di psicologia | Letto 294 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

«Pronto? In che cosa posso aiutarla? Sono l’operatrice numero... Vorrei proporle una nuova tariffa... È un’occasione da non perdere». In nove anni al telefono ha ripetuto frasi del genere milioni di volte, fino a consumarsi le corde vocali. Logorate. Ferite in modo irreparabile. Operatrice di call-center. Nessun volto, solo una voce cordiale all’altro capo. Adesso non ha più neanche quella. O almeno rischia di subire un danno «permanente» alla gola.

Si chiama «disfonia». È una sorta di «infortunio» alle corde vocali: malattia professionale che può paralizzare la voce. Malattia da tempi moderni. Da catena di montaggio delle informazioni che corrono al telefono: numeri verdi, servizi on-line in attività 24 ore su 24, tele-promozioni. Postazioni seriali con impiegati a tempo. Spesso precari che accettano di indossare auricolari e microfoni perché non trovano di meglio al di là di quei box. Talvolta anche laureati in attesa di grandi occasioni e con sogni congelati dalla realtà. Proprio come ha raccontato Paolo Virzì nel suo film: «Tutta la vita davanti».

La procura di Torino ha aperto un fascicolo d’indagine su un caso di «disfonia» professionale, partendo dagli accertamenti sanitari effettuati su una donna di 41 anni dal servizio di medicina del lavoro dell’ospedale Molinette-San Giovanni Battista. «Sono stata assunta nel 2003 in un primo call-center e per nove anni ho sempre fatto la telefonista per conto di una società di servizi. Ho parlato fino allo sfinimento» dice. Nel referto medico, acquisito dal pubblico ministero Raffaele Guariniello, si fa riferimento a un «pericoloso esaurimento vocale» che potrebbe provocarle conseguenze permanenti, se non addirittura degenerare in patologie ben più gravi. Al momento, senza ulteriori accertamenti medici, l’inchiesta è a carico di ignoti.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

News Letters