Pubblicità

Malattia e comunicazione al maschile

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 317 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Quando gli uomini soffrono di disturbi o malattie anche gravi sono spesso le donne a rivolgersi allo psicologo per chiedere come aiutarli ad affrontare la situazione. Da un recente studio della Cancer Research è emerso che circa il 45% delle chiamate al numero verde inglese per i pazienti di cancro alla prostata e per i pazienti con cancro testicolare è costituito da donne loro congiunte. “Questi dati evidenziano una differenza sostanziale nella comunicazione tra i sessi “ – dicono i ricercatori della Cancer Research UK’s Psychosocial Oncology Group dell’Università del Sussex (GB) . “..Alcuni argomenti sono di difficile comunicazione per gli uomini, soprattutto se riguardano disfunzioni o malattie, come in questo caso, che colpiscono la zona genitale e incidono negativamente sulla loro immagine di mascolinità e sulla virilità..”.

“Ci sono poi – aggiunge il professor Lesley Fallowfield che dirige il team di ricerca- anche delle aspettative socio-culturali che dirigono alcuni comportamenti in queste situazioni, come per esemipo il fatto che gli adulti maschi non debbano piangere di fronte ad altre persone e non si debbano lamentare dei propri problemi e difficoltà, anche se solo attraverso l’anonimato della linea telefonica..Questo significa però che bisogna raggiungerli in altri modi, poiché un sostegno psicologico può essere in queste situazioni effettivamente un grande aiuto per loro per gestire meglio la malattia e le problematiche connesse..”.

Una possibilità in più sembra essere data da Internet; gli uomini tenderebbero infatti ad usare questo mezzo per comunicare più delle donne. Così la Cancer Research Uk ha avviato un progetto in cui mette a disposizione sul proprio sito web la presenza di professionisti e consulenti per discutere sul problema delle patologie tumorali maschili, che ogni anno in Inghilterra fanno registrare circa 22.000 diagnosi di cancro prostatico e circa 1900 di cancro testicolare.

Tratto da:” Cancer: Men Encouraged To Talk” - DataMonitor Healthcare Newswire - May 02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni