Pubblicità

MANUALE DISTURBI PSICHIATRICI, SI CAMBIA (DOPO 30 ANNI)

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 575 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara' pubblicato tra un anno il nuovo manuale dei disturbi psichiatrici, il Dsm-V: si tratta della prima importante revisione dopo 30 anni, e c'e' tempo fino a venerdi' per commentare online l'ultima bozza. Come spiega Daily Wired, i membri dell'American Psychiatric Association (Apa) apporteranno le ultime modifiche e finalmente manderanno in stampa la quinta edizione del 'testo sacro' per gli psichiatri di tutto il mondo, la cui pubblicazione e' prevista per maggio 2013. Da quando l'Apa ha deciso di rendere pubblico il processo di revisione del Dsm-V, il sito ha ricevuto piu' di 50 milioni di contatti e oltre 500mila pareri di professionisti, in gran parte polemici.

In pratica quel che e' scritto nel manuale stabilisce, di fatto, chi e' sano di mente e chi no. E allargare o restringere le maglie di queste definizioni puo' avere grandi ripercussioni cliniche sui pazienti e significare enormi ricadute economiche per le case farmaceutiche. "Il Dsm non da' in alcun modo indicazioni di trattamento- specifica Cristina Colombo, professore associato di psichiatria all'Universita' Vita-Salute del San Raffaele di Milano e responsabile del Centro per i disturbi dell'umore dello stesso ospedale- Ma nel momento in cui esiste una malattia, le aziende possono prevedere un trattamento. e' inevitabile che gli interessi in gioco siano enormi".

Inoltre, a far accendere ancora di piu' i toni della discussione, e' arrivata come un fulmine a ciel sereno la decisione dell'Apa di escludere due disturbi mentali che potrebbero interessare moltissime persone: 'sindrome psicotica attenuata' (una sorta di prodromo della psicosi) e il 'disturbo misto di ansia e depressione' (un ibrido tra i due problemi). Gli esperti hanno concluso che, alla luce delle revisioni scientifiche, queste patologie non sono supportate da solide evidenze e non saranno contemplate (a meno di altri ripensamenti) nel Dsm-V. A dispetto delle forti pressioni, sono stati ulteriormente rafforzati i criteri diagnostici della depressione maggiore, per evitare che la normale tristezza che segue un lutto o un evento traumatico possa essere scambiata per un disturbo da trattare con antidepressivi.

Tratto da: "direnews.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

News Letters

0
condivisioni