Pubblicità

Meglio la psicoterapia per l'emicrania ?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 612 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
L’emicrania rappresenta oggi una patologia in aumento soprattutto nelle fasce di popolazione giovanile ed adolescenziale, che interessa circa 8 milioni di ragazzi negli Stati Uniti e produce conseguenze pesanti per molti di loro, che a causa della frequenza ed intensità del malessere hanno risultati negativi a scuola e nelle altre attività quotidiane; stime recenti da parte della Jama Migraine Information Center parlano di quasi un milione di giorni di scuola perduti dai ragazzi statunitensi ogni anno. Nuovi studi sul disturbo da emicrania in soggetti adolescenti sembrano suggerire che la terapia più efficace sia quella psicologica piuttosto che l’assunzione di farmaci. Alcuni ricercatori della Ohio University che fanno parte di uno specifico progetto di ricerca per lo studio di questi disturbi (Headache Treatment Research Project) hanno condotto recentemente uno studio pilota su ragazzi di età compresa tra i 12 ed i 17 anni, confrontando i risultati ottenuti con diversi trattamenti, farmacologici e psicoterapeutici, su due gruppi del campione di ricerca. Il gruppo trattato farmacologicamente ha ricevuto un trattamento a base di triptofano, mentre l’altro è stato seguito con una terapia di tipo comportamentale basato su una gamma di esercizi di rilassamento associati a biofeedback ed informazioni sulla natura del disturbo.

Nell’80% dei casi in questo secondo gruppo si sono avuti risultati positivi rispetto alla frequenza mensile di crisi di emicrania e quindi un miglioramento anche delle attività precedentemente compromesse dalla comparsa di questi disturbi.

Questi risultati hanno spinto i ricercatori ad ampliare la mole di studi sull’argomento e a progettare un nuovo piano di ricerca su scala nazionale per il trattamento dell’emicrania in soggetti giovanili.

Tratto da:”Teenagers and Migraine” - HealthNewsDigest.com – Jun.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

News Letters

0
condivisioni