Pubblicità

Memoria e depressione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 689 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Sintomi di depressione , irritabilità ed apatia sono comuni tra le persone che soffrono di una moderata riduzione della capacità di memoria, condizione conosciuta clinicamente come “lieve disturbo cognitivo” che viene solitamente trattata migliorando la funzionalità del sistema cardiovascolare. Alcuni ricercatori di cinque centri medici statunitensi, tra cui il Wake Forest University Medical Center, hanno analizzato dati relativi a questa condizione patologica degli ultimi dieci anni presenti nel data base del Cardiovascular Health Study, mostrando come la presenza di questi sintomi psichiatrici risulta correlata anche allo sviluppo del disturbo cognitivo lieve, oltre che nelle condizioni ben più gravi di demenza dovuta a patologie degenerative , quali per esempio l’Alzheimer.

“Questo è il primo studio – dicono gli autori della ricerca - che rileva la presenza di sintomi di natura psichiatrica correlati al disturbo cognitivo lieve; questi sintomi possono avere serie conseguenze che limitano progressivamente il funzionamento ed il benessere delle persone e vanno pertanto affrontati già al momento della loro insorgenza ..Per questo motivo è necessario – aggiunge la dott.ssa Beverly N. Jones, docente di psichiatria alla Wake Forest University - sottoporre ad uno screening iniziale i soggetti che presentano sintomi di riduzione della memoria e approfondire la loro situazione psicologica attraverso strumenti che rivelino l’eventuale presenza di vissuti depressivi, diminuzione dell’interesse relativo alle attività solitamente svolte, irritabilità accentuata, cambiamento delle abitudini relative al sonno ed alla alimentazione..E’ importante poi individuare quali di questi sintomi possa essere maggiormente collegato ad alterazioni vascolari del funzionamento cerebrale, in modo da intervenire con trattamenti farmacologici adeguati, e quali invece siano espressione di aspetti emotivi e più propriamente psicologici che vanno affrontati in maniera diversa sul versante della psicoterapia e del sostegno psicologico..”.

tratto da: “Treatable Depression Often Accompanies Even Mild Memory Loss” - NEWSWISE/Medical News – Sept.28, 2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Cherofobia

Il termine cherofobia deriva dal greco chairo “rallegrarsi” e phobia “paura”. La cherofobia o "edonofobia",  può essere definita come l’avversione patologi...

News Letters

0
condivisioni