Pubblicità

Meno depresse tra amiche

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 386 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Spesso le giovani donne con problemi di depressione cercano un sostegno emotivo dai loro famigliari e dai propri partners; nuovi studi rilevano però che sarebbero le amicizie al femminile, piuttosto che gli amici ed i boyfriends, le persone più disponibili in questi casi per aiutare e fungere da supporto per le ragazze in difficoltà. Lo studio, condotto dalla dr.ssa Shannon Elizabeth Daley, docente nel Dipartimento di Psicologia della Southern California University, è stato effettuato seguendo per alcuni anni la crescita di circa 140 giovani donne, dall’età adolescenziale ai venti anni. La ricerca della Daley è stata condotta nel periodo dal 1991 al 1997 attraverso il coinvolgimento di ragazze e giovani donne residenti nella periferia di Los Angeles; più della metà delle intervistate erano minorenni. “Più una ragazza diventa depressa - dice la Daley - e meno riceve attenzione e supporto emotivo da parte del proprio compagno, mentre cresce il legame con le coetanee ed in particolare con alcune di esse, con cui si stabilizzano rapporti di più profonda amicizia”.

La depressione è un disturbo comune sia tra le donne che tra gli uomini; le stime parlano di una percentuale di donne variabile tra il 30 ed il 40% che hanno sofferto almeno una volta di depressione nella loro vita. Il disturbo depressivo tenderebbe a fare la sua prima comparsa nelle donne proprio negli anni della loro tarda adolescenza.

“Sappiamo che le giovani donne presentano di solito aspetti diversi rispetto ai coetanei uomini nei rapporti umani, per esempio il fatto di essere solitamente più empatiche e disponibili all’ascolto – continua la Daley – ed a molte di loro piace il fatto di prendersi cura degli altri e di coinvolgersi maggiormente in questo tipo di richieste di aiuto rispetto a quanto accade tra i ragazzi, dove spesso richieste simili producono al contrario tendenza all’evitamento della relazione e distanziamento emotivo”.

Tratto da:”For Depressed Young Women, Girlfriends Are Better Bet Than Boyfriends” - HealthScout – Apr.2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Sessualità

La sessualità può essere intesa come l’espressione fondamentale dell’essere umano che coinvolge tutti gli aspetti della sua personalità: razionalità, affettivit...

News Letters

0
condivisioni