Pubblicità

Mental-health experts share coping tips to try before taking the wheel</h1>

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 296 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

But many Fort Worth-area motorists would be thrilled if they went the rest of their lives without eyeballing another orange barrel, especially the kind found in highway work zones. Road construction is seemingly everywhere these days in North Texas, especially on the western side of Dallas-Fort Worth. The Texas Department of Transportation says much of the work will be completed by 2015, and perhaps then commuters will cheer about all the extra space on the roads, cleaner air and shorter travel times. But meanwhile, all those dirt holes, gravel mountains and concrete jersey barriers have created an atmosphere that for many drivers is downright depressing. While some people are coping with the congestion using relaxation techniques, others are waving the white flag and forgoing nonessential trips.

One otherwise devout driver reportedly even gave up trying to get to church on a recent morning because the trip was too arduous and unpredictable -- even on a Sunday. Others are expressing their virtual road rage through social media. "Just got back from a few days in Fort Worth and even my detours had detours!" Kristie Aylett, who now lives in Ocean Springs, Miss., wrote on Facebook after a recent return visit to Fort Worth, where she lived from 1986 to 2004. "Progress is one thing, but the amount of road construction was downright painful." Traffic can have a very real psychological impact on stressed-out motorists, mental-health professionals say. It can be a serious problem, especially among motorists who already have a diagnosed mental illness, said Diana C. Valdez, a west Fort Worth psychotherapist. "It can be almost like post-traumatic stress disorder," Valdez said. "I had one veteran who, every time he would see a piece of debris, it would remind him of a roadside bomb."

Tratto da: " apa.org" Prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters

0
condivisioni