Pubblicità

Mia figlia è troppo bella

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 672 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mia figlia è troppo bellaMolte adolescenti oggi sembrano più grandi della loro età, perché tirano fuori una sensualità che spesso non sanno gestire. L’immagine che danno di loro sui social è spesso sfrontata: assumono pose provocanti, troppo adulte, soprattutto con i selfie, che posso dar adito a fraintendimenti o farle incappare in situazioni pericolose. Non tanto con i coetanei, ma con uomini più grandi. Ma qual è il modo per farle crescere nel rispetto della loro età, aiutandole a vivere la loro femminilità in linea con la loro giovane età?

E come fa una mamma a confrontarsi con un’adolescente che appare come una piccola donna, quando in realtà non ne ha ancora l’esperienza, per guidarla senza starle con il fiato sul collo e passare per una madre invidiosa e rompiscatole, che non la capisce? Ne parliamo con Maria Claudia Biscione, psicosessuologa presso l’Ospedale Israelitico di Roma

In una società in cui l’apparire sta soppiantando l’essere, che ruolo gioca la bellezza per un’adolescente di oggi?
“Ha un ruolo dominante, perché i modelli che hanno come riferimento, le attraggono proprio per la focalizzazione sull'apparire. Quello che si sta verificando è che la bellezza estetica sta inglobando sempre di più l'identità anagrafica, al punto tale da legittimare il fraintendimento rischiosissimo del “sembra già una donna, quindi lo è”. Nei fatti di cronaca, che hanno coinvolto baby escort, ad esempio, sembra proprio questo essere il focus: una deresponsabilizzazione dei clienti legata all'apparire di queste giovanissime, un apparire fatto di modi, provocazioni, immagine, da donne fatte, che ha del tutto cancellato la presa di coscienza che, invece, esiste una grande difformità tra aspetto esteriore e maturità psicologica”.

 

Tratto da D.Repubblica.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

News Letters

0
condivisioni